Weekend a Lipari

Perla del minuscolo arcipelago delle isole Eolie, Lipari è una deliziosa sorpresa per i turisti che rimangono affascinanti dalle tante bellezze architettoniche e naturali

 Lipari

Perla del minuscolo arcipelago delle isole Eolie, Lipari è una deliziosa sorpresa per i turisti che rimangono affascinanti dalle tante bellezze architettoniche e naturali che scopriranno in questo lembo di terra siciliana. A Lipari non mancano certo attrattive per divertirsi anche durante l’intensa vita notturna dopo una giornata trascorsa al mare, e tramite motorini e bici che si possono facilmente noleggiare, il visitare l’isola in modo indipendente è davvero possibile.Ideali e bellissime le aree che si trovano ai lati del porto, proprio ai piede del Municipio: ossia Marina Corta e Marina Lunga che incorniciano l’area urbana non troppo estesa che rappresenta la cittadina di Lipari.

Il territorio è ricco di zone selvagge ed incontaminate dove si può ritrovare una sconosciuta dimensione d’uomo oramai dimenticata. E’ a Marina Corta che questa viene caratterizzata per via della bellezza e delle chiese che si affacciano sul mare blu cobalto e che si popolano soprattutto durante il giorno di Pasqua per offrire la pittoresca processione che terminerà con la congiunzione della statua di Maria e quella di Gesù in un simbolico abbraccio che avverrà nella piazza di Marina Corta a seguito del quale, si darà via all’esplosione di uno spettacolare fuoco d’artificio.
 

Marina Corta vi affascinerà per via della sua bellezza e delle chiese che si affacciano sul mare blu cobalto

piazza di Marina Corta

Marina Corta non è avara di locali di ogni tipo ed ospita una allegra movida estiva che si dipana tra vicoletti caratteristici pavimentati in pietra dove, minuscoli balconi si lanciano per far notare piante colorate e piene di vita. E’ facile passeggiare fino a giungere al Porto attraversando il bellissimo Corso di Lipari, tappa d’obbligo per lo shopping e lo struscio serale.I cultori del bello non potranno esimersi di visitare la Chiesa della Madonna della Catena che si trova nella frazione di Quattropani da dove poter godere di un panorama mozzafiato.

Ma anche il Chiostro Normanno mostrerà tutto il suo splendore, così come la Cattedrale di San Bartolomeo, l’edificio più importante di tutta l’isola. Gli amanti del mare troveranno di che deliziarsi raggiungendo la spiaggia del Canneto sulla costa est, dove la sua sabbia scura, dona un fascino speciale tipico delle isole Eolie. E una bella foto la si può scattare arrivando al Belvedere di Quattrocchi che è il luogo panoramico più bello di tutta l’isola da dove vedere sullo sfondo del mare, le isole, i faraglioni, le insenature, le spiagge e l’imponente Vulcano.

Articoli correlati

La Maddalena
La Maddalena
Perla della Sardegna, l’arcipelago de La Maddalena ha origini risalenti al neolitico ed offre incantevoli spiagge di finissima sabbia do..
Isola di Sant'Antioco
Isola di Sant'Antioco
Famosa per le sue numerose ed incantevoli spiagge attrezzate che si alternano a scogliere pittoresche, l’isola offre anche una interessa..
Gaeta
Gaeta
Gaeta è bella da levare il fiato da qualunque parte la si guardi: la maestosità dei suoi castelli e la spiaggia di sabbia bianca e fine ..
Menfi caratterizzata da centinaia di metri di spiagge sabbiose e chiare, con dune che si estendono nell’entroterra vi darà l’impressi..
Stabilimento balneare della spiaggia di Rimini
Bellaria-Igea Marina
Foto di View Apart
La vocazione turistica del nostro Paese è una logica conseguenza delle bellezze del territorio e di quelle storiche ed artistiche che son..
Particolare della Pineta di Pinarella, Cervia
Pinarella
Foto di Shutterstock
Weekend alla scoperta di Pinarella, la piccola frazione di Cervia così amata dai vacanzieri della Riviera Romagnola

Cosa visitare nei dintorni di Lipari Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Messina Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Granita e brioche
E’ la colazione tipica dei siciliani, specie nelle zone costiere in estate. Oltre alla frutta c'è la granita di pistacchio, di cacao, di caffè e di mandorla.
guarda
Frutta candita
La storia narra che questo tipico dolce nasce nel convento della Martorana per sostituire i frutti colti dagli alberi con un impasto di farina di mandorle e zucchero .
guarda
Cannolo Siciliano
I cannoli sono una delle specialità più conosciute della pasticceria dell’isola ed è preparato con una cialda di pasta precedentemente fritta e un ripieno a base di ricotta di pecora..
guarda
Sarde a beccafico
Sarde arrotolate intorno ad un composto di pane grattuggiato, uva sultanina, zucchero, sale, pepe ed olio d'oliva, poi cotte al forno.
guarda
Pasta con le sarde
Sarde, pasta e finocchietto. Primo da mangiare da marzo a settembre quando è possibile la pesca di questo pesce.
guarda
Arancini
Salame tritato e riso, il tutto ricoperto da impanatura per le arancine, da assaggiare in tutte le rosticcerie e nei mercati della Sicilia.
guarda
Caponata
Melanzane ed altre verdure cucinate in padella e ripassate con pinoli, sedano, cipolle, olive e capperi con l’aggiunta di una salsa agrodolce.
guarda
Panelle
Le panelle sono uno dei cibi cult dello street food a Palermo. Fritte in mezzo al pane per saziare l’appetito.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK