Weekend a Soragna

Un weekend a Soragna, meta ideale per un soggiorno all’insegna del mistero nel castello della famiglia Meli Lupi

Rocca di Soragna

A Soragna si trova il castello della famiglia Meli Lupi che è tutt’ora in parte abitato da un diretto discendente del casato. Edificato verso la fine del XIV secolo è caratterizzato dalla sua pianta quadrata che presenta una torre ad ognuno dei lati in quanto nacque con l’idea di essere una vera e propria Rocca difensiva che, con il passar del tempo, venne modificata in signorile villa nobiliare.

Esiste una leggenda che il vero proprietario del castello sia il fantasma di Cassandra Marinoni, moglie del marchese Diofebo II Meli Lupi, meglio conosciuta come ‘donna cenerina’ per via del colore biondo cenere dei suoi capelli. Cassandra fu assassinata nel 1573 da suo cognato insieme alla sorella Lucrezia per cause che non si sono mai risapute. A quel tempo si tentò di non punire il colpevole tanto che Filippo II re di Spagna fece tutti gli sforzi per colpire l’autore del crimine ma senza riuscirvi.
 

Il visitatore potrà visitare la parte pubblica della Rocca che include la Sala d’Armi, la Sala degli Stucchi, la Galleria dei Poeti e la Sala del Biliardo Antico

Rocca di Soragna, sala grottesche

Pare che il fantasma di Donna Cenerina non sia così espansivo nel farsi vedere e che si mostri in modo evidente solo quando è prossima la morte di un componente della famiglia Meli Lupi. Il che equivale a dire che quando appare il suo spettro, qualcuno presto morirà. La sua presenza è comunque evidente anche nel rumore che fa generare dagli antichi mobili, segno anche questo di prossime sventure.

Il visitatore potrà conoscere il volto di Cassandra nel dipinto che è conservato, insieme a tanti altri, nella Galleria degli Antenati dove si può accedere pagando un biglietto di ingresso che consente la visita alla parte pubblica della Rocca che include la Sala d’Armi, la Sala degli Stucchi, la Galleria dei Poeti e la Sala del Biliardo Antico. Visibile anche la Cappella di Santa Croce dove riposano tutti i membri della famiglia e dov’è leggibile un epitaffio che gioca sul cognome della casata e che recita:

"Quivi giace a marcir entro l'avello
nudo, senza vigor, vile, fetente
un lupo per venir celeste agnello." 

Articoli correlati

castello di Agazzano
Agazzano
Uno splendido weekend nel castello di Agazzano, alla scoperta delle sue meraviglie e dei suoi misteri
monastero di Torba
Gornate Olona
Un weekend a Gornate Olona nel monastero di Torba alla scoperta del mistero delle monache senza volto
Offagna
Offagna
Foto di Offagna
Un borgo tranquillo in collina, dominato da una splendida rocca: scoprite Offagna ed i suoi misteri
 Chiesa Matrice
Francavilla Fontana
Se volete scoprire il fantasma dei principi Imperiali, dovete recarvi in Puglia, e trascorrere un weekend nel Castello Imperiali di Franca..
Uno splendido weekend nel castello di Monteriggioni, alla scoperta del suo castello e del fantasma del traditore
Un'indimenticabile weekend a Cavernago per vedere il suo castello ricco di fascino e mistero

Cosa visitare nei dintorni di Soragna Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Parma Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda
Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda
Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Tortellini in brodo
Piatto tipico emiliano e composti da sfoglia ripiena di carne, prosciutto, mortadella, uova, parmigiano e aromi e poi cotti nel brodo.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK