Weekend ad Ovada

Se volete visitare una cittadina che è il crocevia tra Piemonte e Liguria Ovada fa per voi, soddisferà occhi e palato

Chiesa dell'Immacolata Concezione, Ovada

Ovada, od Ovà alla piemontese, è una cittadina che si trova nel Basso Piemonte al confine con la Liguria, qua tra dolci colline che la circondano vengono coltivati i vigneti che danno origine alle uve per il pregiato vino Dolcetto. Una visita ad Ovada val bene il viaggio per gli occhi e per il palato, il centro storico della cittadina è grazioso e molto facile da scoprire facendo una bella passeggiata.

Proprio perché così vicino alla Liguria il centro storico vi farà pensare ai tipici Caruggi, concedetevi una visita in via Cairoli, Via San Paolo e Via Roma pittoresche stradine che conservano i negozi tipici di una volta e i palazzi antichi ancora ottimamente conservati. Se siete degli appassionati dei musei sicuramente dovete vedere il Museo Paleontologico G. Maini, mentre il Parco Gabrieli con il suo piccolo lago sarà un motivo di stupore mentre cercate relax tra le sue panchine e gli alberi secolari, merita una visita anche il Paco Pertini.

Aggirarsi per le vie di Ovada è come immergersi in una piccola bomboniera, il centro storico è davvero ben conservato e i vari negozi artigianali offrono vetrine interessanti con i più disparati manufatti. Ovunque vi seguirà il profumo della farinata che qua è un prodotto tipico, moltissime sono le rosticcerie che ve la vendono a pezzetti nel cartoccio di carta assorbente, un formato  “ da passeggio” comodo e pittoresco.

Poco fuori Ovada potete recarvi presso il Castello di Grillano, un agriturismo splendido dove potrete decidere di soggiornare immersi in un’atmosfera di pace e tranquillità

Castello di Grillano

In Piazza XX settembre e in Piazza dei Cappuccini troverete due ottime rosticcerie pronte a sfamare i vostri palati golosi. Non mancano ovviamente anche le osterie e i ristoranti dove potrete invece sedervi e gustare un ottimo fritto misto alla piemontese uno su tutti è il Ristorante da Pietro. Un altro luogo di culto per i golosoni è la Vineria Sapori diVini dove gustare un ottimo Dolcetto di Ovada  accompagnato da stuzzichini e ghiottonerie varie.

Poco fuori Ovada potete recarvi presso il Castello di Grillano gestito da ben quattro generazioni dalla stessa famiglia la, Torello Rovereto. Questa dimora storica è immersa nei vigneti dai quali si ricavano i vini che già dal 1930 vengono prodotti all’interno dell’azienda vinicola. Non solo è una ottima location se state pensando di convolare a nozze, ma è anche un agriturismo dove potrete decidere di soggiornare immersi in un’atmosfera di pace e tranquillità.

Dalla terrazza panoramica godrete di una vista mozzafiato. Il Castello di Grillano è inserito nel circuito dei Castelli aperti del Basso Piemonte e qua potrete fare una visita alle cantine oltre che una degustazione del vino tipico della zona. Il Dolcetto di Ovada è un vino che si ottiene dalla lavorazione delle uve Dolcetto che vengono coltivate nella Provincia di Alessandria, ha un colore rosso rubino molto intenso e se lasciato invecchiare in botti di rovere tende al granato.

Questo vino merita una degustazione accompagnato dai prodotti tipici come i primi piatti della tradizione di Ovada come gli Andarini un tipo di pasta simile alle trofie, ma è ottimo anche con un succoso piatto di carne rossa. Insomma se volete visitare una cittadina che è il crocevia tra Piemonte e Liguria Ovada fa per voi, soddisferà occhi e palato.

Sara Manelli 

Articoli correlati

Montù Beccaria
Montù Beccaria
Immersi nel verde e negli ottimi vini dell’Oltrepò, Montù Beccaria è un piccolo paese collinare da cui potete godere di una vista inc..
Cesena
Cesena
Foto di ZioWoody
Cesena, la città dei tre Papi e delle mille meraviglie
Birra Antoniana
Villafranca Padovana
Villafranca Padovana, un week end alla scoperta di antichi sapori.
Trattoria Antica Mussa
Vedelago
Un week end enogastronomico all'insegna del gusto a Vedelago.
Predappio
Predappio
Foto di Andrea
Predappio, in quest'angolo di Romagna sono state scritte alcune delle pagine più importanti della storia italiana
Meldola
Meldola
Foto di Agu V.
A metà strada tra gli Appennini e la costa c’è Meldola luogo strategico in epoca romana

Cosa mangiare a Alessandria Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Barolo
Vino rosso granato con riflessi aranciati intenso e persistente con un patrimonio olfattivo eccezionalmente complesso. Uno dei più famosi vini italiani.
guarda
Fricandò
Noce di vitello speziata con i chiodi di garofano, salata e pepata a piacere e poi lasciata macerare in vino bianco e brodo.
guarda
Vermut
Il vermut o in francese, vermouth, è un vino liquoroso aromatizzato ideato nel 1786 a Torino e cnosciuto in tutto il mondo.
guarda
Brasato al Barolo
Il brasato al Barolo è un piatto della tradizione gastronomica Piemontese molto gustoso ma altrettanto laborioso nella preparazione.
guarda
Bagna cauda
La bagna cauda è una preparazione a base di aglio, olio ed acciughe dissalate, il tutto ridotto a salsa mediante una paziente cottura che si mangia intingendovi vari tipi di verdure di ..
guarda
Balote di Seirass
Polpettine dolci fatte con il Seirass una ricotta stagionata saporita che viene conservata nel fieno che le dona un sapore del tutto particolare
guarda
Tartufo bianco di Alba
Il Tartufo bianco di Alba è il tubero più prezioso in assoluto sia dal punto di vista gastronomico che da quello prettamente economico, dati gli elevatissimi costi che può raggiungere.
guarda
Nocciole di Alba
Nocciola IGP nocciolo coltivata in Piemonte la cui produzione è concentrata nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria è particolarmente indicata per preparazioni dolciarie.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK