Weekend a Bologna

Una città dalla storia millenaria che conosce il segreto dell'eterna giovinezza

Bologna
Foto di JJ_peg

Bologna oltre ad essere il capoluogo dell’Emilia Romagna ospita la più antica università del mondo occidentale, la cui fondazione risale addirittura al 1088, L’Alma Mater Studiorum, ed è per questo soprannominata la “Dotta”

La città ha trovato un suo equilibrio paradossalmente dinamico che riesce a far coesistere il fermento dei giovani, le influenze di studenti che provengono da tutta Italia, ma anche da tutto il mondo, con una tradizione millenaria.

Voler far due passi a Bologna è piuttosto limitativo, basti pensare che soltanto i portici che la attraversano si articolano per una lunghezza di circa 40 km e per la loro bellezza e storicità sono stati candidati a patrimonio Unesco; è bene avere le idee chiare di cosa si vuole vedere e cosa si sta cercando, questo perché il capoluogo di regione è in grado di offrire tante risorse, tante risposte alle passioni di ognuno, dall’arte alla gastronomia, dal deisgn all’industria.

Bologna è anche detta la “turrita” e delle oltre 100 pinnacoli risalenti al XII secolo ne rimangono ancora 24, tutti da scoprire e visitare. Esiste un vero e proprio percorso di trekking urbano, facilmente percorribile con una passeggiata di un’oretta e mezza  che permette di scoprirne la collocazione, la storia e i segreti.

In realtà tutta la città è  da visitare con la stessa curiosità, a partire dalla fontana del Nettuno vero e proprio simbolo di Bologna, alla Sala Borsa, palazzo dell’ottocento ed anima della vita economica oggi è centro di aggregazione ed ospita una delle più belle biblioteche multimediali d’Italia.

Da piazza Maggiore alla Basilica di San Petronio a Palazzo d’Accursio, gli occhi spaziano in ogni angolo alla ricerca di quei dettagli che raccontano l’antica storia della "Bononia", un passato in parte racchiuso anche nel Museo Civico Archeologico. Oltre ai reperti storici, ai monumenti ed ai palazzi, dell’antica quotidianità bolognese  il Mercato di Mezzo è un altro pezzo di Bologna da sperimentare. Il mercato cittadino del Quadrilatero propone banchetti assortiti di tantissimi generi alimentari, con particolare attenzione per la tipicità e il km 0.

Insomma, pensate a cosa state cercando, ma state sicuri che a Bologna la troverete.

Terra d'arte e di passione per la velocità e la buona tavola

Bologna

Dotta, turrita, ma anche “l’innamorata”, perlomeno della velocità. Sì perché la passione le corse a Bologna è davvero speciale e pensando alle moto la mente non può che volare alla storia della mitica Ducati che ha sede a Borgo Panigale. Il museo inaugurato nel 1998 raccoglie la gloriosa storia dell’azienda, dai suoi albori sino ad oggi, una presenza costane e continua nella vita bolognese così come in quella di tutto il mondo.

Il marchio di Borgo Panigale fa bella mostra di sé nei mercati internazionali e gareggia ancora ad altissimi livelli come testimonia la sua presenza nei campionati Superbike e Moto Mondiale

Bologna è industriosa e la presenza del museo dedicato a questo patrimonio storico ne testimonia una volta di più la valenza.

Tra le sue innumerevoli qualità Bologna è di sicuro da citare anche per i suoi “peccati di gola”. Non sono molti i luoghi in Italia dove è possibile trovare un museo dedicato al gelato, ma a 12 chilometri dal cuore della città, nella vicina Anzola dell’Emilia, sorge il “Gelato Museum Carpignani”, uno spazio dedicato alla storia alla cultura ma soprattutto alle tecnologie che hanno cambiato la produzione del gelato artigianale. Questo luogo espositivo, di oltre mille metri quadri è considerato il primo museo del gelato sulla faccia della terra ed è stato riconosciuto da Zagat come uno tra i 7 nuovi musei più belli al mondo.

Dalla gola all’arte di mangiar bene, il passo è breve e a Bologna la nascita del tipico Tortellino, rigorosamente con la “T” maiuscola, è ricondotto all’ombelico di Venere, tradizione sancita da un poemetto dell’800 di Giuseppe Ceri nel quale si racconta la spedizione terrena tre divinità a sostegno di Modena in uno dei tanti scontri con i bolognesi. Marte, Bacco e appunto Venere si fermarono per riposare in una locanda di Castelfranco e l’oste conquistato dalla bellezza della divinità ne riprodusse l’ombelico con la sfoglia che stava preparando.

Bologna è terra di passioni in un travolgente vortice di bellezza, gusto ed’arte.

Articoli correlati

Ristorante I Carracci
Bologna
I ristoranti più romantici di Bologna: come concludere una piacevole serata dopo aver vissuto l’incantevole città.
guarda
Recensioni ed indirizzi dei migliori outlet di Bologna, per tutte coloro che amano fare shopping nel weekend.
guarda
Pizza al prosciutto e funghi
Bologna
Foto di Tripadvisor
Bologna detta anche "la grassa" per la sua ricca tradizione gastronomica che abbraccia anche il settore delle pizze
guarda
Recensione dei bed and breakfast di Bologna più romantici e ricchi di fascino, ideali per una fuga d'amore del week end.
guarda
Bologna
Bologna
Recensione delle migliori cantine di Bologna dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia.
guarda
La simpatia tipica di Bologna e l’elevato senso di ospitalità emerge prepotentemente verso i turisti che hanno scelto la sistemazione e..
guarda

I migliori hotel per un weekend low cost a Bologna Le nostre proposte

Abbiamo selezionato per voi i migliori hotel di Bologna in base ai voti che hanno espresso i turisti che vi hanno soggiornato. Sono presenti solo hotel economici a 2 o 3 stelle in grado però di offrire i servizi più moderni e una confortevole ospitalità. Per consentirvi di organizzare un week end low cost a Bologna vi direzioniamo nel portale turistico con la migliore offerta: in questo modo potrete valutarne i prezzi.

Hotel Ramada Encore ..
Hotel dotato di camere moderne con connessione Wi-Fi gratuita. Si trova a pochi passi dal centro espositivo di BolognaFiere.
Hotel Imperial
Hotel moderno, elegante, accogliente e interamente insonorizzato, dotato di strutture per il fitness, un centro benessere e diverse sale conferenze.
Best Western Hotel M..
Hotel situato ai piedi del colle di San Luca. Dispone di un bar e di un ristorante. Offre ottimi collegamenti per il centro e l'aeroporto.
Hotel Il Guercino
Hotel 3 stelle superior dotato di camere elegantemente arredate e decorate con colori vivaci. Gli alloggi nella dependance dispongono di raffinati pavimenti in parquet.

Cosa mangiare a Bologna Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Anolini
Gli anolini parmensi sono un composto di mollica, parmigiano, uova e spezie. Generalmente si servono in brodo.
guarda
Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda
Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Squacquerone
E’ un formaggio fresco e cremoso di colore bianco caratteristico Romagnolo, oggi diffuso non solo in Emilia Romagna . Si usa metterlo sulle piadine.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK