Weekend a Lodi

Fine settimana alla scoperta di Lodi, il gioiello rinascimentale della Lombardia.

Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata
Foto di Giovanni

La storia di Lodi risale a Federico Barbarossa che l’ha fondata e si arricchisce negli anni successivi con eventi che la resero via via sempre più importante.

La Lodi  Rinascimentale era splendida e nel 1454 ospitò la firma del Trattato tra gli Stati Preunitari Italiani o Pace di Lodi che dir si voglia.

In epoca più moderna Lodi diventa nota per essere un centro industriale importante per il settore della cosmesi, basti pensare alla famoso brand L’Erbolario che ha sede proprio in questa città, non solo cosmetici comunque ma anche artigianato e produzione lattiero casearia.

Lodi è una città posta in una zona molto votata per l’agricoltura e l’allevamento e questo fa si che ospiti il Parco Tecnologico Padano dove si sperimentano nuove biotecnologie agroalimentari.

Visitare Lodi è un’iniezione di cultura, fa parte del Circuito delle Città d’arte della Pianura Padana, ma al tempo stesso è rilassante perché è una cittadina dai ritmi estremamente pacati e molto piacevole da scoprire.

Il monumento più antico di Lodi è il suo Duomo, ovvero la Basilica Cattedrale della Vergine Assunta, si dice che la costruzione di questa imponente costruzione religiosa cominciò il giorno della fondazione della città.

Nei pressi di Piazza Vittoria incontrerete il Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata e ne rimarrete folgorati, è un vero capolavoro rinascimentale e dovete assolutamente visitarlo.

Una volta all’interno dedicate del tempo alla grande Cupola ad otto spicchi che finisce con una lanterna che lascia passare la luce dall’esterno. Tutto intorno a voi le decorazioni in oro creeranno un atmosfera luminosa e solenne con agli affreschi che potrete ammirare insieme a tele e tavole della fine del Quattrocento.

E' bellissimo passeggiare sotto i portici: datevi del tempo anche per godervi l’atmosfera di Palazzo Vistarini, lo splendido palazzo del Trecento dalle forme gotiche.

Palazzo Vistarini, Lodi.
Foto di Wikipedia

Tra le architetture civili potrete vedere Palazzo Broletto, che oggi ospita l’Amministrazione cittadina, con la sua inconfondibile linea classica, ai lati del porticato ammirerete il busto di Gneo Pompeo Strabone e quello di Federico Barbarossa.

Al centro di Piazza Broletto che ospita l’omonimo palazzo, c’è una bellissima fontana in marmo rosa di Carrara che venne ricavata dalla fonte battesimale della Cattedrale.

Il migliore esempio di abitazione nobiliare lo vedrete in Palazzo Mozzanica sulla facciata vedrete le decorazioni floreali in terracotta arricchite da figure mitologiche, il portale è decorato con i medaglioni che raffigurano Gian Galeazzo Visconti, Isabella d’Aragona, Francesco e Bianca Maria Sforza.

Palazzo Vistarini è sicuramente quello che mi è piaciuto di più, è stato costruito nel Trecento e ha una struttura che ricorda l’architettura gotica, la facciata in mattoni rossi è interrotta dalle finestre decorate con importanti cornici in cotto, è bellissimo passeggiare sotto i portici, datevi del tempo per godervi l’atmosfera di questo palazzo.

Dopo la passeggiata alla scoperta di Lodi dedicatevi un momento di piacevole relax per un aperitivo e andate al Coffee Move in Corso Mazzini, ordinate un buon bicchiere e stuzzicate seduti su uno dei comodi divani in stile Chesterfield del locale, il posto è carino, il personale simpatico e i cocktail ottimi, quello che ci vuole dopo una bella visita turistica.

 Sara Manelli

Articoli correlati

Gaffurio
Lodi
La città di Lodi, con i suoi scenografici spazi, è perfetta per una cena speciale in uno dei suoi ristoranti romantici che abbiamo selez..
guarda
covoni in mugello
Barberino di Mugello
Baberino del Mugello tra castelli e Shopping
Trulli di Alberobello
Alberobello
Foto di Marcok
Un tuffo nella storia, passeggiando tra caratteristici ed originali edifici: i trulli
Piazza Armerina
Piazza Armerina
Piazza Armerina: un piccolo gioiello dell’Unesco nel centro della Sicilia.
Duomo di Cremona
Cremona
Fine settimana nella meravigliosa Cremona, la "città delle tre T".
Duomo di Sant'Evasio
Casale Monferrato
Casale Monferrato un paese tra colline dolci come i suoi Krumiri, ricca di splendidi edifici neoclassici

Cosa mangiare a Lodi Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Ossobuco alla milanese
Ossibuchi della zampa di vitello infarinati e passati in padella con olio e burro e poi cotti con salsa di pomodoro.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Pizzoccheri della Va..
I pizzoccheri alla Valtellinese sono il piatto simbolo della cucina tradizionale Valtellinese e sono realizzati con farina di grano saraceno.
guarda
Panettone
Dolce tipico natalizio con un impasto soffice e ricco dalla forma a cupola che lo rende inconfondibile.
guarda
Polenta taragna
Polenta fatta con farina di grano saraceno e di farina di mais che una volta cotta va aggiunto burro e formaggio.
guarda
Cassoeula
È un piatto invernale tipico composto da uno stufato di verze e carni di maiale (salsiccia, puntine, piedini e cotica).
guarda
Gorgonzola
Formaggio fresco erborinato prodotto con latte di vacca la cui particolarità risiede nelle muffe che ne determinano il sapore che può essere dolce o piccante.
guarda
Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK