Weekend all'Hammam della Rosa di Milano

L’Hammam della Rosa di Milano: un angolo di paradiso arabo in città

Hammam della Rosa

Immaginatevi in una situazione nella quale non fate altro che lavorare, i vostri ritmi sono stressanti ed a volte arrivate a casa la sera sognando di poter partire per un luogo lontano, un luogo dove vi accoglierà quell’atmosfera calda e rilassante che vi calma subito. La dura realtà però è ben diversa, le cose non vanno sempre così e spesso e volentieri le settimane si susseguono tutte uguali costringendovi ad una routine che tutto vi fa sentire tranne che rilassati, ma avete mai pensato di rintanarvi per qualche ora in Hammam? Ci avete mai pensato?

L’Hammam è, in lingua araba, il complesso termale dove si svolge il rituale del bagno più volte al giorno.  Per gli arabi ovviamente ha anche un significato religioso, mentre dalle nostre parti è un luogo dove rilassarsi immersi in un atmosfera calma, godere di sauna, bagno turco, idromassaggio, scrub e massaggi. L’Hammam della Rosa di Milano è proprio il luogo giusto dove prendersi una meritata pausa di relax e staccare davvero dalla realtà, già solo entrando nella struttura non potete fare a meno di sentirvi subito meglio grazie alle essenze che respirerete e vi faranno sentire immediatamente lontano da tutto.

A Milano questo Hammam è il primo ed unico in Italia che abbia al suo interno anche un cafè dove è possibile effettuare aperitivi ed organizzare eventi. Il grande spazio all’aperto immerso nel verde vi farà sentire completamente fuori dal mondo ed anche gli arredi, completamente orientali, vi trasporteranno in luoghi lontani, magici come il tappeto di Sherazade, Hammam della Rosa è strutturato in modo che ci sia una parte riservata soltanto alle donne e una parte riservata soltanto agli uomini, questo crea una sorta di intimità che rende i trattamenti ancora più rilassanti. C’è anche la possibilità di effettuare un percorso di coppia, per regalare a voi e al partner una pausa da tutto in intimità condividendo dei fantastici trattamenti offerti.

Diversi sono i percorsi tra i quali scegliere il più diffuso e classico è il Percorso della Rosa che viene scelto anche da chi non si è mai deliziato della beatitudine di un pomeriggio in Hammam. All’interno degli spogliatoi vi vengono dati in dotazione, telo, accappatoio, ciabattine e un guanto che servirà successivamente per lo scrub, da qui passerete direttamente al tepidarium o westya. Questa grande sala è leggermente umida, le panche sulle quali vi adagerete sono interamente realizzate in marmo bianco riscaldato, ci sono stupende fontane e zampilli d’acqua tiepida,è qui che comincerete ad acclimatarvi e rilassarvi.

Diversi sono i percorsi tra i quali scegliere il più diffuso e classico è il Percorso della Rosa, deliziato della beatitudine di un pomeriggio in Hammam

L’Hammam della Rosa

Nel tepidarium il corpo viene cosparso con il sapone nero, lo farete voi stessi massaggiando la vostra pelle lentamente immersi nel tiepido vapore, è assolutamente consigliato idratarsi mentre effettuate il percorso Hammam e per questo troverete in the e frutta secca per contrastare gli eventuali effetti del calore. Una volta che vi sarete acclimatati all’interno del tepidarium potrete passare nel calidarium o beit el sakhin, una stanza decisamente satura di vapore con una temperatura media di 45 gradi che ha un effetto tonico e rilassante sia sulla pressione arteriosa sia sull’elasticità della pelle, inoltre la sudorazione aumenta e vi permette di eliminare tossine purificandovi.

Potete sostare all’interno del calidarium per tutto il tempo che volete ed è a discrezione personale di ognuno di voi, potete entrarne ed uscirne in ogni momento per ritornare ad una temperatura inferiore, bere un the e mangiare qualcosa. All’interno del calidarium c’è la possibilità di rinfrescarsi per poi tornare a sedersi a tutto relax sulla panca calda. Una volta che avrete raccolto i benefici del tepidarium e del calidarium con le loro atmosfere calde, rilassate e fuori dal mondo potete passare ai trattamenti classici del percorso.

Il peeling effettuato col guanto ruvido kassa eliminerà tutte le cellule morte dalla vostra pelle ed è seguito dal massaggio con il sapone, il vero sapone di Aleppo, e dal lavaggio dei capelli eseguito con prodotti esclusivi fitobiologici. Se pensate che tutto questo possa bastare per rilassarvi e farvi sentire in armonia con l’intero universo fuori dalle mura dell’ Hammam della Rosa sbagliate, avrete ancora il frigidarium ad attendervi, ovvero una vasca di acqua tiepida con effetto tonificante che vi permetterà di tornare alla vostra temperatura corporea.

Il percorso benessere in Hammam si conclude con quest’ultimo step, ma c’è ancora una cosa che vi attende ed è senza limiti di tempo, la sosta nella sala relax che vi permetterà di gustare thè alla menta, frutta secca e la famosa e golosa pasticceria araba. Tre ore possono davvero cambiarvi la vita, possono calmarvi e sedare la sensazione di stress e di tensione che la routine quotidiana vi impone, basta abbandonarvi alle coccole dell’ Hammam della Rosa.

Sara Manelli 

Articoli correlati

Hammam Mamiwata
Hammam Mamiwata
Un weekend all'Hammam Mamiwata, ideale per un rituale di relax e benessere che ritempra spirito e corpo.
Cascina Scova Cityspa
Cascina Scova Cityspa
Cascina Scova Cityspa, un paradiso silenzioso in città dove trascorrere un weekend di puro relax e benessere
Bagno di Romagna
Bagno di Romagna
Foto di Luigi Rosa
A Bagno di Romagna alla scoperta della natura attraverso i ritmi lenti della tradizione
Terme di Monticello
Monticello Brianza
Monticello Brianza con le sue favolose terme immerse nel verde è la meta ideale per soddisfare ogni vostro desiderio di relax e benessere
Castrocaro Terme e Terra del Sole
Castrocaro Terme e Terra..
La capitale della Romagna Toscana tra storia e misteri
Cantù, un paese che da molto spazio alla cultura, al benessere ed allo svago, ideale per rigenerare anima e corpo

Cosa visitare nei dintorni di L’Hammam della Rosa di Milano Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Milano Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Cassoeula
È un piatto invernale tipico composto da uno stufato di verze e carni di maiale (salsiccia, puntine, piedini e cotica).
guarda
Gorgonzola
Formaggio fresco erborinato prodotto con latte di vacca la cui particolarità risiede nelle muffe che ne determinano il sapore che può essere dolce o piccante.
guarda
Polenta taragna
Polenta fatta con farina di grano saraceno e di farina di mais che una volta cotta va aggiunto burro e formaggio.
guarda
Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Panettone
Dolce tipico natalizio con un impasto soffice e ricco dalla forma a cupola che lo rende inconfondibile.
guarda
Risotto alla milanese
Classico primo della cucina milanese, il famoso risotto è preparato con l’aggiunta di midollo di bue e zafferano che lo differenziano da tutti gli altri.
guarda
Costoletta alla miil..
Secondo tipico che è realizzato dalla costoletta che viene passata nell'uovo e poi nel pangrattato quindi fritta nel burro.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK