Weekend enogastronomico a Parigi

Week end a Parigi alla ricerca dei prodotti tipici francesi per poterli conoscere, degustare ed assaggiare.

Piatto del ristorante parigino Chatomat
Foto di Chatomat

L’interesse sviluppato in Italia per l’enogastronomia ha visto la nascita di riviste specializzate, canali televisivi tematici, trasmissioni che celebrano il mangiare e bere bene. A questo possiamo aggiungerci la tradizionale disputa tra Italia e Francia circa chi è il vincitore come produttore di vini, di formaggi, di miglior cucina. E’ possibile, per tutti i cultori dell’argomento ma anche per tutti i curiosi e anche i buongustai, vivere un week end enogastronomico a Parigi, alla ricerca dei prodotti tipici francesi per poterli conoscere, degustare, assaggiare.

Alla fine, molto probabilmente, non ci saranno vinti e vincitori ma, volete mettere come avete mangiato bene? Ma in pratica: quali sono le specialità d’Oltralpe che vengono celebrate nella Ville Lumiere?  Indubbiamente la cucina francese è una delle più grandi (e celebrate) al mondo per molti motivi che iniziano dall’avere a disposizione un vastissimo panorama di materie prime sulle quali attingere; perché ha fatto della creatività il suo denominatore comune; perché può mettere in campo una diversificazione che trae origine dalle tradizioni locali. Se al nord della Francia sono evidenti i frutti di mare, il burro e la birra; al sul vincono i prodotti mediterranei come vino, olio, erbe aromatiche.

Possiamo ancora parlare di cucina francese, oppure dobbiamo identificarla volta per volta in cucina lionese, provenzale, corsa, bretone, alsaziana e via dicendo? Dalla classica baguette che ogni boulanger prepara magari dando una sua personale identificazione agli oltre quattrocento tipi di formaggi, ai dolci dove le immancabili crepes la fanno da padrona, qui si trova di tutto e di più per mangiare più che bene. Non per nulla la gastronomia francese è conosciuta in tutto il mondo dividendosi tra cousine du terroir (la cucina locale), haute cousine (alta cucina) e nouvelle cousine (la nuova e creativa cucina francese).
Vediamo dove dovreste recarvi a Parigi, per vivere l’emozione di un vero week end gourmet.

Il primo locale che vi suggeriamo è il Restaurant Chatomat che si trova al 6 di  rue Victor Letalle, al XX° arrondissement  (Metro: Ménilmontant, Père Lachaise & Couronnes) e che ha già fatto molto parlare di se positivamente. Sono due i giovani chef che però vantano molte e significative esperienze e che qui, portano avanti una preziosa gastronomia. Il localè è deliziosamente piccolo tanto più da essere considerato un bistrot più che un ristorante e sono solo 22 i fortunati che possono degustare le prelibatezze che ogni giorno variano e si basano solo su tre entrée e tre plat. Inutile segnalare l’obbligatorietà della riservazione per essere certi di degustare le specialità che qui vengono proposte.

Alcuni consigli su come poter scegliere fino all’infinito fra la vastissima produzione enologica francese

Due bicchieri di vino a Saint-Germain-des-Prés, Parigi
Foto di matt northam

Il nostro tour enogastronomico passa poi per il centralissimo  Restaurant Yam'Tcha che sta al 4 di  rue Sauval (Metro: Louvre-Rivoli, Les Halles, Pont Neuf) e che vanta dallo specializzato Le Fooding come ‘la meilleure table guide 2013’. Qui viene servito un menù fisso di tre portate e un dessert che varia ciclicamente. Il locale (piccolino) certamente vi affascinerà non solo per la mezcla franco-cinese che si evince da piatti particolari preparati dalla chef Adeline, ma anche per l’atmosfera che troverete e per il fatto di vedere la cucina a vista. E’ necessario prenotare per via della poca disponibilità. A pranzo durante i giorni di mercoledì, giovedì e venerdì potete scegliere il Menu Déjeuner Découverte a 60 euro,  oppure il Menu Degustazione a 100 euro  (quest'ultimo è l'unica possibilità a cena).

Gli appassionati dei vini possono recarsi a  Les Caprices de l'Instant 12, Rue Jacques Cœur
(Metro: Bastille) nella immediatezza della Bastiglia. Qui avete la possibilità di scegliere quasi fino all’infinito sulla vastissima produzione enologica di tutta la Francia, anche se la Borgogna per ovvie ragioni, è quella maggiormente rappresentata.

Esistono poi dei mini tour che molte agenzie di viaggi parigine offrono ai turisti in visita alla città e che sono indirizzate verso il segmento dell’enogastronomia. A volte, queste proposte, toccano anche l’Ile de France -quindi i dintorni della capitale- solitamente presso agriturismo o, meglio ancora, Relais di campagna. Le proposte sono varie ed ognuna è tendente a promuovere una particolare offerta che può rivelarsi anche estemporanea per cui, il nostro consiglio è quello che è meglio verificare prima di partire, quali proposte sono in quel momento commercializzate, onde scegliere quella che fa al caso vostro.

Ultimo suggerimento: considerate anche il fatto che un bistrot a Parigi può farvi pagare una bottiglia di vino  anche 7/8 volte il suo prezzo nonostante il fatto che in vino in Francia, non ha problemi di produzione e, quindi, non sia un prodotto introvabile. Una bottiglia che comprate in una enoteca magari 7 euro, potete vedervela fatturare  non meno di 45 da un qualsiasi ristoratore. Per questa ragione ha preso piede in Francia una usanza che si chiama ‘droit de bouchon’ ossia la possibilità di andare al ristorante portando con se il vino da consumare. Non tutti i ristoranti sono ovviamente d’accordo perché per loro è un mancato guadagno e, in quel caso, applicano un diritto per ammortizzare la loro perdita.  Tuttavia non vergognatevi perché è un vostro diritto e poi perché sta prendendo piede come moda.

Articoli correlati

Queen Club Paris
la sera
Paris la nuit! Così è sempre definita la notte parigina. La sera, un po’ folle, decisamente trasgressiva, a volte complice, altra proi..
Gargoyles osservano Parigi
da brivido
Se proprio volete trascorrere un fine settimana da brivido a Parigi, non dovete attendere l’inverno foriero di atmosfere cariche di ‘n..
Veduta di Parigi dal Montparnasse
senza code ai musei
Foto di Eric Schaeff
Vedere Parigi in un weekend? Ecco come è possibile saltare le file davanti ai monumenti più interessanti.
Galeries Lafayette illuminata di notte. Parigi
shopping
Foto di Kay Gaensler
Volete mettere una bella giornata dedicata allo shopping in una delle città più famose al mondo proprio per fare acquisti?
Suite del Park Hyatt Paris-Vendome
da sogno
Una lista di hotel indimenticabili per coloro che davvero non badano a spese
Spa Le Bristol by La Prairie
benessere
Ecco come trasformare il vostro weekend a Parigi in in una oasi di piacere e benessere
Giraffe dello Zoo di Parigi
allo zoo
Un fine settimana unico ed irripetibile per voi e per i vostri bambini
Hotel Citadines Louvre Paris
hotel per il weekend
I criteri per non sbagliare nella scelta dell'hotel a Parigi

Cosa visitare nei dintorni di Parigi Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK