Weekend a Mirandola

Mirandola, sapori antichi e nuovi per un week end enogastronomico che non dimenticherete

2 primi piatti della Taverna dei Pico
Foto di Tripadvisor

Mirandola è un paese presente nella nota provincia di Modena e negli anni ha conservato il suo particolare fascino antico ma allo stesso tempo all'avanguardia. Da anni il suo territorio è stato coltivato con amore e dedizione dai contadini per poter garantire a tutti solo i migliori sapori di sempre.

Se siete curiosi di assaggiare i piatti tipici di Mirandola, è possibile organizzare un week end enogastronomico a regola d'arte parte dalla trattoria “ Rosa di Merli Rosa “ che da anni realizza solo i migliori piatti tipici usando i prodotti coltivati e il bestiame allevato con cura. L'ambiente è molto carino e curato, tendenzialmente rustico dove si può respirare una perfetta aria di allegria e dove ci si sente in famiglia.

Uno dei piatti più richiesti consiste in gnocchi di ricotta ed ortica, essi vengono preparati lavando accuratamente l'ortica, cuocendola in acqua salata per poi impastarla assieme alla farina, uova, parmigiano fresco e ricotta in modo tale da ottenere dei piccoli gnocchi che, una volta cotti verranno serviti con burro fuso. Un altro piatto tipico consiste nei porcini in insalata che vengono serviti su di un piatto, affettati finemente e conditi con succo di limone, rucola, sale, pepe, olio extravergine e scaglie di parmigiano.

Se si desidera assaggiare un secondo piatto, le sogliole al vino sono una prelibatezza, esse vengono lavate, asciugate, soffritte con l'olio e cotte con il vino bianco per poi esser cosparse di prezzemolo e servite con del limone a fette e, come contorno viene affiancato il cavolfiore romagnolo che è viene preparato con del prezzemolo tritato e del pomodoro, il tutto cotto in padella.

Da non perdere c'è anche la tigella modenese che è il caratteristico pane che viene consumato con degli affettati.

Tigella modenese con affettati
Foto di TripAdvisor

Se si prenota alla “ taverna dei Pico “ sarà possibile mangiare gli scampi di prosciutto che vengono preparati tagliando il prosciutto e arrotolandolo sugli scampi, che verranno poi adagiati sopra a delle zucchine cotte in forno. Un altro piatto tipico sono le tagliatelle alla piacentina che vengono preparate utilizzando un trito di sedano, prezzemolo, aglio e carota, rosolate con burro assieme ai pomodori ciliegino, il tutto aggiunto alla pasta cotta e dei fagioli.

Da non perdere c'è anche la tigella modenese che è il caratteristico pane che viene consumato con degli affettati oppure con della confettura fresca di stagione. Nel periodo invernale è possibile mangiare la “ spongata di Natale reggiana “ che viene preparato usando la pasta frolla, lo zucchero sciolto nel vino e arricchito di spezie come noci, canditi, mandorle e cannella. Un'altra specialità natalizia è il zampone modenese con lenticchie che viene preparato facendo bollire lo zampone e poi servito assieme alla salsa di pomodoro fresco, sale, pepe e cipolla.

La taverna propone inoltre anche la torta di patate che viene preparata lavando le patate e lessandole, unendole allo scalogno, prezzemolo e speck per ottenere un unico pesto, si aggiunge poi l'uovo, il formaggio e la noce moscata. Si procede poi impastando la farina con il latte, le uova e lo zucchero, si tira la sfoglia e dopo averla posta nello stampo lo si riempie del composto ottenuto cuocendo il tutto in forno.

Giulia Teotto

Articoli correlati

L'Albareta
Erbusco
Foto di L'Albareta
Weekend da sogno all'Albereta Relais & Chateaux ad Erbusco
Faenza, Parco Bucci
Faenza
Foto di elisa greco
Riscopri gli antichi sapori in un week end enogastronomico a Faenza
Narni Umbria
Narni
Un week end a Narni significa vivere una parentesi decisamente romantica
Colline dell'Oltrepò Pavese
Rovescala
Weekend roomantico al Castello di Luzzano, un castello tra i castelli
All'interno del Parco Nazionale del Gargano, in Puglia, Lesina e Marina di Lesina offrono tanto, soprattutto a livello enogastronomico
Golfo di Follonica al tramonto
Follonica
Tra mare e ottimi vini

Cosa mangiare a Modena Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda
Squacquerone
E’ un formaggio fresco e cremoso di colore bianco caratteristico Romagnolo, oggi diffuso non solo in Emilia Romagna . Si usa metterlo sulle piadine.
guarda
Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Anolini
Gli anolini parmensi sono un composto di mollica, parmigiano, uova e spezie. Generalmente si servono in brodo.
guarda
Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda