Weekend a Livigno

Livigno vive in un ambiente incontaminato composto da boschi centenari, torrenti purissimi, ampie vallate e pascoli fioriti.

Livigno, Teola
Foto di lukw

Dove la neve è di casa. Livigno vive in un ambiente incontaminato composto da boschi centenari, torrenti purissimi, ampie vallate e pascoli fioriti. Livigno è soprannominato ‘piccolo Tibet’ per la magia del suo luogo, vero e proprio paradiso di tutti gli sports invernali.

Nella località operano oltre 150 maestri di sci FISI tra i quali non è raro trovare ex atleti ed istruttori nazionali di sci alpino, di snowbord, sci nordico e telemark e qui, sono stati approntati servizi per bambini e persone diversamente abili. L’altitudine del paese, che si trova a 1800 metri,  consente la pratica dello sci da novembre a maggio che sfruttano trenta impianti di risalita (6 cabinovia, 13 seggiovie, 11 skilift) che sfruttano un dislivello di 1200 metri, dal momento che si inizia a sciare a quota 3000.

Ben 115 chilometri rappresentano il panorama sciistico adatto per tutti i tipi di sciatore, dal neofita al provetto.

I dati statistici relativi alla stagione 2010/2011 parlano di più di un milione di sciatori che hanno usufruito degli impianti.

Livigno piste da sci nelle Alpi

Livigno è forse la più rinomata località sciistica della Lombardia e, per la sua posizione di enclave, gode della extraterritorialità. Qui, oltre 250 negozi sparsi in tutto il paese la rendono un grande shopping mall nel cuore dell’Alta Rezia. Gli amanti dello shopping troveranno tutto quello che desiderano girando tra esclusive boutique e negozi legati alla tradizione come se si trovassero in un outlet a cielo aperto dove comprare duty-free è categorico.

L’ospitalità di Livigno è famosa e tutte le strutture sono dislocate lungo tutta la vallata del fiume Spöl che è sede di 105 hotel di ogni categoria, 19 affittacamere, 1 bed&breakfast, 7 campeggi, 3 agriturismo, 2 rifugi, 1 residence e 1625 appartamenti.

I dati statistici relativi alla stagione 2010/2011 parlano di più di un milione di sciatori che hanno usufruito degli impianti; cento cannoni per l’innevamento artificiale hanno coperto il 70% delle piste battute da 40 gatti delle nevi; ben 6 scuole di sci e di snowboard e oltre 30 negozi di noleggio attrezzatura sono stati a disposizione dei turisti soggiornanti nella località.

Aldo Galvagno

Articoli correlati

Livigno offre anche degli interessanti ed economici Bed & Breakfast che permettono di vivere una vacanza all’insegna dell’informalità
guarda
Passo Rolle, Dolomiti
San Martino di Castrozza
Ai piedi delle famose Pale di San Martino sulle Dolomiti e ad un’altezza di 1450 metri sorge San Martino di Castrozza
Aprica
Aprica
Aprica è una località sciistica in provincia di Sondrio situata a cavallo dell’omonimo passo
Folgarida, Trento
Marilleva
Marilleva nasce negli anni sessanta a seguito dello sviluppo turistico della Val di Sole.
Folgarida
Folgarida
Folgarida offre piste di ogni grado di difficoltà adatte sia per sciatori che per snowboarders
Panorama delle Dolomiti del Brenta da Andalo-Fai della Paganella.
Andalo
Foto di Luca Marini
Immerso nell’oasi naturalistica del Trentino a poca distanza dalla Valle dell’Adige e dal Parco Adamello-Brenta, sorge Andalo.

Cosa mangiare a Sondrio Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Pizzoccheri della Va..
I pizzoccheri alla Valtellinese sono il piatto simbolo della cucina tradizionale Valtellinese e sono realizzati con farina di grano saraceno.
guarda
Risotto alla milanese
Classico primo della cucina milanese, il famoso risotto è preparato con l’aggiunta di midollo di bue e zafferano che lo differenziano da tutti gli altri.
guarda
Costoletta alla miil..
Secondo tipico che è realizzato dalla costoletta che viene passata nell'uovo e poi nel pangrattato quindi fritta nel burro.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Panettone
Dolce tipico natalizio con un impasto soffice e ricco dalla forma a cupola che lo rende inconfondibile.
guarda
Ossobuco alla milanese
Ossibuchi della zampa di vitello infarinati e passati in padella con olio e burro e poi cotti con salsa di pomodoro.
guarda
Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda
Gorgonzola
Formaggio fresco erborinato prodotto con latte di vacca la cui particolarità risiede nelle muffe che ne determinano il sapore che può essere dolce o piccante.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK