Weekend a Ronciglione

Weekend romantico sul piccolo ma pittoresco lago di Vico di origine vulcanica tra ampie distese di noccioleti

Lago di Vico - Viterbo, Lazio

All’interno del sistema collinare dei monti dei Cimini e nelle immediatezze del piccolo ma pittoresco lago di Vico di origine vulcanica, inserito in una riserva naturale tra ampie distese di noccioleti, sorge Ronciglione.

Il paese presenta oltre che i due borghi antichi (il Borgo di Sopra e il Borgo di Sotto) che sono segnalati da un medioevale campanile chiamato ‘della Provvidenza, anche l’altra città farnesiana  -che Paolo III nel XVI secolo ne fece la seconda capitale del Ducato di Castro-  e che risulta essere più moderna e che si apre all’interno di una lunga via che inizia con la Porta Romana, del Vignola.

Ronciglione è nota per la tradizione del Carnevale che culmina con la singolare corsa dei cavalli senza fantino nonché della Cavalcata degli Ussari nella quale si ricorda la carica dei francesi nel 1799. Una sfilata di carri allegorici insieme a quella dei ‘Nasi Rossi’ e l’immancabile Saltarello sono tutti eventi che chi ha modo di recarsi durante il mese di febbraio, non può mancare e che sono annunciati dal suono del campanone della torre civica e che per cinque giorni all’anno trasformano questa cittadina, un vero regno di divertimento.

Ronciglione è uno dei borghi medioevali di rara suggestione

Borgo medioevale di Ronciglione
Foto di Valentina_A

Indubbiamente Ronciglione è uno dei borghi medioevali di rara suggestione e per una visita non possono mancare la Chiesa della Provvidenza che conserva affreschi quattrocenteschi, il menzionato campanile a tre piani di bifore; la piazza della Nave e quella del Comune dove convergono il palazzo Comunale ed il Duomo; la fontana degli Unicorni attribuita al Vignola e riccamente decorata; i ruderi del Castello della Rovere con quattro torri cilindriche.

Nella parte più meridionale del paese si incontro la Chiesa di Santa Maria della Pace, il cui suo ultimo rifacimento risale al Cinquecento dove si potrà ammirare un bellissimo altare barocco con affresco della Vergine e che è posto a lato di una settecentesca pala di Sebastiano Conca.

Da visitare lungo la strada che conduce verso Roma, ad un paio di chilometri dal paese, la romanica chiesa di Sant’Eusebio la cui origine risale al settimo secolo. Al suo interno a tre navate sono pregevoli gli affreschi che si possono vedere: l’ultima Cena del XII secolo, Redentore benedicente del XIII secolo e Madonna col Bambino del XV secolo.

A due chilometri dal centro abitato non può mancare una romantica passeggiata lungo il Lago di Vico che regala una bellissima cornice naturale.

Aldo Galvagno

Articoli correlati

Sera di primavera al Lago Albano
Albano Laziale
Weekend romantico in uno dei luoghi più noti dei Castelli Romani
Lago di Bolsena al tramonto
Bolsena
Foto di Kim dela Pix
Weekend romantico a Bolsena, antico centro Etrusco ricco di storia e leggende
Veduta del Lago di Albano da Castel Gandolfo
Castel Gandolfo
Foto di Nextors
Uno tra i più bei borghi italiani che si affaccia sulle sponde del lago di Albano.
Riva del Garda
Riva del Garda
Weekend romantico nella piccola perla Trentina adagiata sul lago di Garda
Il lago di Nemi
Nemi
Foto di Bl3w
Un weekend nel romantico lago di Nemi, tra natura e cultura
Bardolino dopo il tramonto
Bardolino
Weekend romantico nella deliziosa località in riva al lago di Garda
Torgiano
Torgiano
Weekend di puro benessere nella SPA più grande del'Umbria.
Tramonto a Desenzano del Garda
Desenzano del Garda
Weekend romantico tra piacevoli escursioni dedicate alla scoperta delle bellezze del Garda

Cosa visitare nei dintorni di Ronciglione Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Viterbo Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Minestra di Broccoli..
Primo piatto di una povera (a quei tempi) cucina che si compone con broccolo romanesco a pezzi e arzilla, ossia il pesce razza. Un sapore d’altri tempi.
guarda
Gnocchi alla romana
Si preparano con il semolino anziché con le patate e vengono cotti nel latte dopo averli spolverati con formaggio e tuorli d’uovo prima di essere gratinati al forno con burro e parmigiano
guarda
Porchetta di Ariccia
La porchetta viene cotta alla brace dopo che sia stata aromatizzata con sale, pepe e tantissime erbe. Dopo una lunga cottura viene servita fredda.
guarda
Bucatini all’Amatr..
Nata ad Amatrice era un piatto povero preparato dai pastori che utilizzavano solo quello che avevano: la pasta, il guanciale, il pecorino, il pepe nero, lo strutto e qualche pomodoro maturo.
guarda
Coda alla vaccinara
Piatto popolano che si prepara con la coda di vaccina che viene cotta in un sugo di pomodoro, carota, cipolla, sedano, pinoli, uva sultanina e con una spolverata di cacao amaro.
guarda
Spaghetti alla carbo..
Piatto tanto semplice quanto saporito a base di guanciale a cubetti fritto in olio, con spaghetti al dente nei quali si metterà rosso d’uovo mischiato con pecorino grattugiato e pepe
guarda
Saltimbocca alla rom..
Fettine di vitello sopra le quali va posizionata una fetta di prosciutto e una foglia di salvia, poi arrotolate e sigillate con un stuzzicadenti. Cotte con burro e irrorate di vino bianco.
guarda
Pizza di Civitavecchia
Tipico dolce dell’Alto Lazio, si prepara tutto l’anno anche se durante il periodo Pasquale è tradizione mangiarlo. Ingredienti: farina, ricotta, zucchero, pasta di pane, burro e uova.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK