Weekend enogastronomico a Londra

L'Inghilterra è la patria di chef stellati del calibro di Gordon Ramsey e Jamie Oliver, ma scopriamo le specialità e i piatti nazionali: mangiare bene senza spendere una follia.

Fish & chips
Foto di David Ascher

Non è sostanzialmente sbagliato pensare di inventarsi un weekend enogastronomico a Londra se si lascia a casa il luogo comune che in Inghilterra si mangia male. Per certi versi, invece, è sorprendente sapere che la cucina britannica ha i suoi pregi al di la del fatto che Londra, da metropoli cosmopolita e multirazziale qual è, ospita centinaia di ristoranti etnici.

Se ci riflettete un attimo vi potete rendere conto che qui sono nati e sviluppati chef stellati conosciuti in tutto il mondo, dall’irascibile (ma simpatico) Gordon Ramsey, all’innovativo e bucolico Jamie Oliver, alla mondana Nigella Lawson, a Marco Pierre White fino a giungere a Heston Blumenthal con il suo ristorante

Fat Duck poco fuori Londra è stato votato il migliore chef del mondo nel 2005  a riprova del rinascimento culinario inglese. Per questo –ci chiediamo- non è possibile blasfemare la cucina britannica che, magari non annovera tante specialità a noi care, ma tuttavia pur sempre tradizione ha! Gli inglesi fanno una abbondante colazione e, generalmente il loro pranzo è sempre qualcosa di leggero (basta un fish&chips) prima di arrivare a sera dove consumare (presto rispetto alle nostre abitudini) una cena che viene vista più sotto l’ottica di pura alimentazione che di piacere gastronomico.

Per un turista italiano, il concetto è differente: va bene l’english breakfast, va bene l’hot dog a pranzo, ma almeno la cena fatecela fare decente. E Londra questa cosa la permette. Vediamo come senza doverci recare al tre forchettato ristorante Pétrus, dove dovremo accendere un mutuo per pagare il conto.

Inquadriamo subito il fatto che il piatto nazionale è rappresentato da Fish and Chips. Si tratta del primo take away inventato al mondo se si pensa che già nel 1860 era possibile comprare a Londra da Joseph Malin, delle porzioni di Fish&Chips che venivano servite su fogli di giornale pronte da mangiare. E’ un piatto riconoscibilissimo ed emblema di Londra alla stregua del Big Ben. Si tratta, nella sostanza, di filetti di pesce (può essere merluzzo, razza, platessa, eglefino) fritti dopo essere stati passati in una pastella a base di birra e farina e conditi con aceto e sale. Vengono accompagnati da patatine e salsa tartara e crema di piselli e vengono consumati, ne più ne meno che come un trancio di pizza. I locali che propongono questo piatto a Londra, sono davvero tanti ma non tutti sanno farlo bene, usando prodotti di qualità e non semplicemente proponendo un piatto tanto per.
Secondo noi, questi sono i luoghi dove si mangia un più che buon Fish and Chips: Trafalgar Tavern (Park Row, Greenwich) impanato e fritto istantaneamente;  Golden Hind (73 Marylebone Lane) possibile consumarlo nel ristorante oppure scegliere la soluzione take away a buon prezzo; The Rock and Sole Plaice (47 Endell Street, Covent Garden) storico locale aperto nel 1871 sempre affollato ma garantito; The Catch (293 Chiswick High Road, Chiswick Common) utilizza solo pesce freschissimo; Master Super Fish (191 Waterloo Road) prezzi buoni e piatto di qualità.

Il Sunday Roast è un piatto tipico britannico, è un arrosto di carne con l’osso servito insieme a patate al forno e verdure a vapore.

Sunday Roast  al The Draft House di Londra
Foto di Ewan Munro

Altro piatto nazionale è il Sunday Roast che, a seconda delle regioni, può cambiare di nome diventand o Roast Dinner, Sunday Roast o Sunday Joint. E’ un arrosto di carne con l’osso che viene composto insieme a patate al forno e verdure a vapore. Solitamente è roast beef di manzo oppure roast pork, ossia di maiale e ne esistono molte varianti (addirittura una versione vegetariana che non prevede carne ma una specie di polpettone di verdure e noci) e molti condimenti che hanno il compito di renderlo più appetitoso. Storicamente trae la sua origine nello Yorkshire durante il periodo della rivoluzione industriale quando il popolo consumava carne solo alla domenica perché non poteva permettersela. Allora, prima di recarsi a messa, metteva a cuocere il pezzo di carne di prima mattina per poi trovarsela pronta, al ritorno. Da allora la tradizione si è sparsa per tutta la Gran Bretagna pur mantenendo l’uso di prepararla in famiglia durante i giorni di festa ma si trova anche nei pub e ristoranti e generalmente viene servito per il pranzo e non per la cena. Se volete provarlo, è preferibile scegliere ristoranti al di fuori dei classici circuiti turistici per avere porzioni più abbondanti e di miglior qualità.
Noi vi suggeriamo:  The Lock Tavern  (35 Chalk Farm Road), Simpson’s-in-the-Strand (100 Strand), Hawksmoor Seven Dials (11 Langley Street), The Jam Tree (541 Kings Road Chelsea), The Victoria (10A Strathearn Place. Paddington), The Orange (37-39 Pimlico Road).

Un’altra specialità che trovate è la  Jacket Potato ossia una semplice patata cotta con tutta la buccia al forno oppure a vapore e poi, dopo averla incisa a croce, riempita di un pezzo di burro e farcita a seconda dei gusti (cheddar e prosciutto oppure tonno, pollo, bacon). Assaggiare una Jacket Potato non è difficile, esistono infatti numerosi chioschi per la strada che vendono questo spuntino che non abbisogna di uno chef per la sua preparazione.

Il Pie and Mash è un altro piatto tradizionale che veniva apprezzato soprattutto dalla working class. A Londra esistono ancora dei ristoranti di Pie and Mash soprattutto nella zona sud della città e nell’East End. Molti sono a conduzione familiare e sono arredati con lo stile di una volta: piastrelle blu, verdi e arancioni, tavolini in marmo, panche in legno e una lavagnetta col menù scritto in gesso. Il piatto è basato su di un pasticcio di carne accompagnato ad un purè di patate servito insieme ad una salsa a base di prezzemolo. Ogni Shop ha il suo personale modo di preparare il piatto e questo rende interessante la ricerca per trovare la versione migliore.
Noi suggeriamo:  M. Manze (87 Tower Bridge Rd, SE1 4TW) aperto nel 1902 è il più antico shop di Londra; G Kelly (526 Roman Road Bow, E3 5ES) qui è tutto fatto in casa e si può scegliere anche  la soluzione take away; Cooke’  (48 Goldhawk Road, W12) ottimo ed abbondante.

 

Articoli correlati

Pasha Spa
benessere
Foto di Pasha Spa
Se volete abbinare un trattamento rilassante al vostro fine settimana a Londra, ecco i migliori centri benessere della città.
Paramount Bar & Restaurant
la sera
Una serie di spunti per comprendere meglio come orientarsi per riempire la vostra sera londinese e vivere una notte indimenticabile
Carnaby Street, Londra
shopping
Volete comprare oggetti e vestiti di tendenza, e vere e proprie novità che arriveranno da noi con netto ritardo? La pioggia di Londra non..
Bucanece nel cimitero di Highgate, Londra.
da brivido
Foto di dani0010
Weekend alla scoperta dei segreti di Londra e ricordando le atmosfere nebbiose e lugubri della città nel XIX secolo.
ibis London Blackfriars
hotel economici
Come trovare un hotel economico a Londra che però non sia penalizzato nel servizio, nell’igiene e nella qualità.
Tigre dello Zoo di Londra
allo zoo
Foto di ZSL
Fine settimana a Londra alla scoperta del più antico zoo scientifico del mondo.
The Omega Hotel
hotel per il weekend
Alcune consigli su quale hotel di Londra prenotare se non avete dimestichezza con la città.
Shard, Londra
senza code ai musei
Non potete permettervi di sprecare tempo prezioso in attesa davanti ai botteghini di entrata per fare il biglietto? Ecco come trascorrere ..

Cosa visitare nei dintorni di Londra Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK