Weekend a Fidenza

Fidenza, dimensioni ridotte ma bellezze ed emozioni a misura delle grandi città d’arte

Fidenza
Foto di Holly Hayes

Se avete un intero weekend a disposizione e volete visitare una città d'arte, ma non avete alcuna idea alternativa ai grandi e spesso affollati centri, un consiglio ve lo diamo noi: un ottimo fine settimana infatti si può trascorrere a Fidenza, una località che si trova a soli 23 chilometri dalla più grande rinomata Parma. Perchè visitare Fidenza? Innanzitutto perché si trova esattamente al centro della Via Francigena in secondo luogo perché Fidenza per dimensione è la seconda città della provincia proprio dopo Parma: dimensioni ridotte ma bellezze ed emozioni a misura dei capoluoghi. 

Come abbiamo avuto modo di sottolineare anche per tante altre città e luoghi dove trascorrere un weekend, a Fidenza ci si può andare davvero 365 giorni l’anno. Il suo turismo è principalmente legato ai beni artistici, architettonici e culturali e la maggior parte dei monumenti, dei palazzi e dei musei, sono visitabili tutto l’anno.

Cominciamo il nostro piccolo tour facendo una piccola premessa. La collocazione geografica di questa città ne ha profondamente segnato lo sviluppo ed il carattere. Come Fidenza si trova esattamente sulla traiettoria della via Francigena ossia una delle più antiche rotte, dette anche Romee,  che conducevano dall'Europa centrale fino a Roma.

Parlando di Fidenza possiamo a buona ragione parlare di una vera e propria città europea ed europeista. Qui infatti facevano tappa i popoli di tutto il vecchio continente e ad ogni passaggio un po’ della loro cultura si fondeva con quella della cittadina emiliana.

Uno dei principali monumenti di grande richiamo è di certo la cattedrale: qui ci troviamo di fronte ad un classico esempio di architettura romanica e la costruzione dell’edificio è riconducibile a Benedetto Antelami. Quello che più colpisce a primo impatto è la facciata della cattedrale, divisa esattamente a metà: nella parte inferiore troviamo una copertura in marmo mentre la parte superiore è realizzata in pietra arenaria. La chiesta è dedicata a San Donnino, martire e Patrono della città. Secondo la tradizione, San Donnino fu decapitato il 9 ottobre del 299 e la vicenda è raccontata per filo e per segno dai bassorilievi apposti nel Duomo cittadino. Tradizione vuole che Donnino sarebbe stato destituito per essersi convertito al cristianesimo. L’imperatore inviò delle truppe ad occuparsi della faccenda e a disfarsi di quello che un giorno sarebbe divenuto il Santo Patrono di Fidenza. I soldati intercettarono Donnino sulle rive del torrente Stirone e lo decapitarono seduta stante. Tuttavia queste sono le uniche informazioni disponibili sulla storia e le vicende del Santo che comunemente viene ritratto a figura intera con il capo mozzato tenuto in mano, una rappresentazione del tutto analoga al San Dionigi di Parigi.

Il culto locale di San Donnino vuole che gli abitanti del luogo si rivolgano al martire per avere sollievo o la guarigione dopo essere stati morsi da un rettile o da un cane rabbioso. Secondo quanto riporta la leggenda, infatti, pare che nella sua vita il santo avesse guarito un idrofobo dopo avergli offerto acqua e vino da lui benedetti e stando sempre alle testimonianze locali, che non sono comprovate da alcun documento storico ma che sono comunque in grado di affascinare e hanno tratti di verisimiglianza, San Donnino sarebbe il protettore dei viandanti e dei pellegrini.

Il patrono viene festeggiato il 9 ottobre e per l'occasione oltre alle celebrazioni liturgiche e alle festività religiose la città ricorda San Donnino con una fiera a ricca di attrazioni capaci di attirare turisti e pubblico anche da oltre regione

Dopo questa piccola perla di storia e cultura popolare torniamo per un momento alla cattedrale romanica. Il suo interno si sviluppa su tre navate e sotto l'altare maggiore si trova la cripta dedicata a San Donnino. E’ ancora qui che se ne conservano le spoglie mortali, sotto un meraviglioso pavimento marmoreo con intarsio geometrico il cui effetto ottico è capace quasi di ipnotizzare.

Annesso alla Cattedrale si trova anche il museo nel quale vengono conservati i beni più antichi che costituiscono il Tesoro di San Donnino. I locali che custodiscono questi beni sono stati ribattezzati “sale del tesoro”: qui si trovano in realtà anche altri oggetti legati alla venerazione del Patrono come reperti archeologici, sculture, arredi e dipinti; tra questi spiccano lo scrigno Pallavicino, ricoperto d'avorio, il calice di San Donnino, il fonte battesimale romanico che risale al dodicesimo secolo e la “Maestà Mariana” scolpita a tutto tondo da Benedetto Antelami un capolavoro dell'arte e del cesello. Oltre alle Sale del tesoro si trova anche il Matroneo Nord al e al centro della prima campata si può vedere il forziere medioevale in cui sono conservate le pergamene dei privilegi e delle proprietà della Chiesa.

Nella sala adiacente si trovano anche corredi lignei, i busti, i reliquiari ed altri oggetti sacri che di certo meritano una visita accurata.

Tuttavia un weekend a Fidenza non si giustifica esclusivamente con la visita al Duomo (per scoprire bene ogni dettaglio servirebbe di certo più di un giorno): l’anima stessa della città, che porta in sé i segni profondi delle tante culture che l'hanno attraversata, dai pellegrini ai viandanti, sarà capace di incantarvi e di riportarvi indietro nel tempo. Se c’è una cosa che gli abitanti di Fidenza si sono tramandati di generazione in generazione è il significato dell’accoglienza e della cordialità: ancora oggi, proprio come facevano i padri dei loro padri e così fin dal medioevo, i fidentini sono abituati e ben felici di ospitare i forestieri e ve ne renderete conto di prima persona. Passeggiando per il centro, insomma, vi sentirete come a casa, circondati da un’atmosfera familiare e suggestiva.

Il prgramma culturale di Fidenza è davvero molto ricco così come si concentrano in questo luogo un gran numero di musei dedicati ai fossili, al risorgimento, all’arte. Quello che vi consigliamo noi è di dedicare alla città e alla sua storia un’intera giornata per scoprirne i segreti e i misteri nascosti tra le pieghe del tempo.

Ad esempio il Museo dei Fossili di Fidenza, dedicato principalmente ai reperti emersi nel torrente Stirone, comprende tre sale in una delle quali sono custoditi i pezzi che provengono non da scavi locali ma dai angoli del pianetae alcuni di essi hanno un età superiore ai 500 milioni di anni.

Il Museo Civico del Risorgimento, ospitato all'interno dell ex Palazzo delle Orsoline, vi permetterà di ammirare bandi, cimeli bellici,  uniformi, bandiere, fotografie, incisioni e lettere d' epoca dal valore inestimabile. Tra questi reperti potrete visionare anche una rarissima copia dell' album fotografico della spedizione dei Mille.

Sul lato opposto alla Cattedrale, poi, si trova la porta di San Donnino un antico ingresso orientato ad ovest: La porta fu fatta costruire dalla famiglia dei Visconti nel 1364 e solo gli scavi e gli studi più recenti hanno permesso di scoprire che è proprio davanti a questa porta che si trovava anticamente l'arcata di un ponte risalente al periodo romano; si trattava quindi di un'antica via d'ingresso alla città che permetteva il passaggio sull'originale corso del torrente Stirone. Un'altra interessante particolarità è che la torre della porta mostra verso il lato che dà sulla cattedrale Merli tipici dei Guelfi mentre sugli altri 3 le decorazioni sono tipicamente Ghibelline.

Nel periodo di ottobre, quindi in pieno autunno, si tiene tradizionalmente la grande fiera di Borgo San Donnino e nell’arco di una settimana solitamente vengono organizzati numerosi appuntamenti ed eventi dedicati ad adulti e bambini.

Al Fidenza Outlet Village per un giorno tra i grandi marchi del lusso a prezzi contenuti

Fidenza Village

Dall’antico al moderno in un ipotetico percorso, si passa da una città che ha fatto della propria storia un biglietto da visita ad un luogo che ha fatto dello shopping l’unica ragione di vita. Dividendo ipoteticamente il weekend in due parti una delicata alla storia la cultura l'altro al relax e magari anche allo shopping non si può non fare tappa al Fidenza Village outlet, villaggio commerciale che si trova a soli 7 chilometri di distanza dalla città. Qui si trovano tante boutique di marchi nazionali ed internazionali accomunati da un unico filo conduttore: l’esclusività a piccoli prezzi. Il lusso, in realtà qui è a portata di tutte le tasche. Sono circa un centinaio i marchi che hanno trovato in questo luogo la possibilità di aprire un'attività in franchising a costi ridotti dando così vita ad un vero e proprio villaggio. L’outlet offre servizi personalizzabili con un attenzione speciale per i dettagli. In tutto il villaggio è possibile navigare gratuitamente collegandosi alla rete wireless messa a disposizione dei clienti ma non è tutto qui. Avete mai pensato di avere un personal stylist tutto vostro che sappia consigliarvi al meglio e che vi accompagni passo passo negli acquisti? Qui tutto è possibile ed il Fidenza Village mette a disposizione anche questo servizio. Se lo volete un professionista del settore vi seguirà in tutta la visita aiutandovi negli acquisti e valorizzando tutte le vostre qualità.

Per rendere più piacevole la permanenza anche dei bimbi, l’outlet è dotato di un'area dedicata ai più piccoli; una delle attrazzioni maggiormente apprezzate è l’enorme galeone in legno che troneggia al centro dello spazio dove i bambini potranno divertirsi e i genitori riposarsi tra una visita ad un negozio e l'altro.

Oltre al personali stylist un altro servizio messo a disposizione del Fidenza Village è l’acquisto “hands free”: dite addio alla scomodità di pacchi, buscte e sacchetti. Semplicemente usufruendo diquesto servizio potrete ordinare tutti i vostri acquisti, di negozio in negozio, per poi ritirarli a fine giornata prima di risalire in auto. Tutti i prodotti saranno confezionati e sigillati davanti ai vostri occhi e conservati per voi al punto di ritiro. Potrete inoltre chidere aiuto per caricare i vostri prodotti in auto o sul bus navetta che collega con estrema praticità il villaggio al centro di Fidenza. Anche sul parcheggio c'è da stare tranquilli: niente stress o ansia per trovare un posto auto. L’area sosta è stata realizzata con una capacità incredibile: il parcheggio arriva ad ospitare anche 1700 mezzi. Agli stalli tradizionali si affiancano poi i family parking ossia  le aree destinate alle neo mamme in dolce attesa.

Vi consigliamo caldamente, prima di recarvi al Fidenza Village, di visitare il sito internet dell’outlet shopping così da poter essere informati con puntualità su mostre ed eventi che spesso vengono realizzati all'interno del villaggio.

Nei periodi “più caldi”  quelli cioè dove si concentra la maggior parte del flusso dedicato alla moda è quello dei saldi: in queste occasioni è possibile fare veri e propri affari.

Insomma per chi vuole passare una tranquilla giornata con la famiglia passeggiando tra negozi di importanti marchi e trovare accessori ed abbigliamento esclusivi a prezzi contenuti, il Fidenza Village rappresenta sicuramente un'ottima soluzione.

Articoli correlati

Cesena
Cesena
Foto di ZioWoody
Cesena, la città dei tre Papi e delle mille meraviglie
Santuario della Madonna di Santa Valeria
Seregno
Un vero weekend religioso a Seregno tra chiese ed abbazie realizzate negli anni per pregare i santi
Duomo di San Vittore
Rho
Foto di Boban475
Ritrova la fede che è in te in un week end religioso alla scoperta della storia dei santi a Rho
Varese è il luogo perfetto per poter organizzare un perfetto weekend religioso avendo numerose chiese e basiliche da poter visitare
Isola di Capo Rizzuto
Isola di Capo Rizzuto
Un tuffo nel blu dello Jonio in una splendida isola avvolta da un mix di storia, leggenda e meraviglie architettoniche.
Cupola del Duomo vista dal Castello scaligero. Villafranca di Verona
Villafranca di Verona
Fine settimana di raccoglimento e spiritualità alle porte di Verona.
Tempesta notturna ad Arzignano
Arzignano
Riscopri la spiritualità con un week end religioso ad Arzignano
Tramonto a Caravaggio
Caravaggio
Foto di renagrisa
Week end a Caravaggio per un piacere per l’anima e gli occhi.

Cosa mangiare a Fidenza Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Tortellini in brodo
Piatto tipico emiliano e composti da sfoglia ripiena di carne, prosciutto, mortadella, uova, parmigiano e aromi e poi cotti nel brodo.
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Anolini
Gli anolini parmensi sono un composto di mollica, parmigiano, uova e spezie. Generalmente si servono in brodo.
guarda
Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda
Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK