Degustazione vini a Reggio Emilia

Recensione delle migliori cantine di Reggio Emilia dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia

Venturini Baldini
Venturini Baldini
Indirizzo: Via Turati 42, 42020 Quattro Castella, Reggio Emilia
Telefono: 0522249011
Giorni e orari di apertura: lunedì - venerdì, 8.00 - 12.00 / 14.00 - 18.00; sabato 9.00 - 12.00 
Giorni e orari visita in cantina: tutti i giorni, su prenotazione
 
I 150 ettari di proprietà di questa rinnomata azienda sono occupati per un terzo da vigneti e per la restante parte da un parco, il cui microclima temperato e asciutto e la cui esposizione al sole contribuiscono all'esaltazione della qualità dei prodotti. La produzione di vino è affiancata da quella dell'aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia. I Vitigni più importanti che vengono coltivati sono: Lambrusco Marani, Lambrusco Montericco, Lambrusco Maestri, Lambrusco Salamino, Lambrusco Grasparossa, Bonarda, Malvasia di Candia Aromatica, Marzemino, Chardonnay, Pinot, Cabernet e Sauvignon. L'azienda partecipa ed organizza diversi eventi in cui si effettuano passeggiate nel bosco, visite guidate ai vigneti, degustazioni, intrattenimento musicale e mostre fotografiche.
 

Tutte le potature e la raccolta vengono eseguite rigorosamente a mano e tutti i vini della Tenuta seguono i disciplinari della D.O.P. dei Colli di Scandiano e di Canossa o della D.O.P. del Reggiano Lambrusco

Tenuta Di Aljano
Tenuta Di Aljano
Indirizzo: Via Figno 1, 42019 Scandiano, Reggio Emilia
Telefono: 0522981193
Giorni e orari di apertura: Dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:30 , Sabato dalle 8:30 alle 12:30
 
La Tenuta di Aljano affonda le sue radici nel lontano medioevo, adagiata sulle morbide colline reggiane tra 150 e 300 metri di altitudine. Tutti i vini sono ottenuti esclusivamente da uve coltivate all’interno della Tenuta. Il territorio collinare  è particolarmente vocato sia per uve a bacca bianca come la Spergola, vitigno autoctono, sia per uve a bacca rossa. Hanno trovato un territorio particolarmente favorevole i lambruschi autoctoni: Montericco, Marani, Maestri, Oliva e Salamino e altri vitigni rossi come il Malbo Gentile e l’Ancellotta. Inoltre, anche il Cabernet Sauvignon, vitigno internazionale, si è ben ambientato da tanti anni in queste colline e rientra nella D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) dei Colli di Scandiano e di Canossa. Tutte le potature e la raccolta vengono eseguite rigorosamente a mano. Con la vendemmia manuale si ottiene già una prima selezione dei grappoli migliori direttamente nel vigneto.Tutti i vini della Tenuta seguono i disciplinari della D.O.P. dei Colli di Scandiano e di Canossa o della D.O.P. del Reggiano Lambrusco. Presso la Tenuta di Aljano è possibile effettuare una visita ai vigneti e degustare i vini presentati dai Sommeliers dell’Associazione Italiana Sommeliers. Qui, ogni anno, vi attendono importanti “novità” in cantina. 
 

L'azienda agricola il Moro si distingue per l'elevata qualità dei propri prodotti

Rinaldini
Foto di Rinaldini
Rinaldini - Az. Agr. Moro
Indirizzo: Via Andrea Rivasi 27, Località Calerno 42040, Sant'ilario D'enza, Reggio Emilia
Telefono: 0522679190
Giorni e orari di apertura: lunedì - sabato, 8.00 - 12.00 / 14.00 - 18.00 
Giorni e orari visita in cantina: su prenotazione
 
L'azienda agricola il Moro, fortemente radicata nel territorio Emiliano, si pone sul mercato enologico nazionale ed internazionale come produttore di vino con l'obiettivo di distinguersi per l'elevata qualità dei propri prodotti. La produzione deriva esclusivamente da vigneti estesi per 15 ettari, che sono allevati su terreni alluvionali misti ghiaiosi, a cordone speronato. Tra le etichette più importanti vi sono: Vecchio Moro Lambrusco IGP rosso frizzante, Pjcol Ross Lambrusco rosso Spumante, Rosè Lambrusco IGP frizzante, Vigna del Pcchio IGP rosso vendemmia tardiva, Moro del Moro IGP rosso appassimento. Nella vecchia stalla è stato allestito un piccolo museo permanente enologico ed un banco di degustazione.
 

Una precisa scelta dei tempi di vendemmia ed un'accurata selezione degli uvaggi hanno consentito di ottenere dei vini dai profumi complessi e delicati

Tenuta La Piccola
Tenuta La Piccola
Indirizzo: Via Casoni 3, 42027 Montecchio Emilia, Reggio Emilia
Telefono: 0522864712
Giorni e orari di apertura: lunedì - sabato, 8.30 - 12.30 / 14.00 - 18.30; domenica, su prenotazione 
Giorni e orari visita in cantina: lunedì - sabato, 8.30 - 12.30 / 14.00 - 18.30; domenica, su prenotazione
 
Di proprietà della Famiglia Fontana dagli anni sessanta, La Tenuta La Piccola è situata nel cuore dell'Emilia, tra le province di Reggio Emilia e Parma. L'azienda è composta da un corpo unico di 25 ettari tutti in proprietà, interamente vitati e biologici. La zona di produzione è particolarmente vocata; sulle sponde reggiane del fiume Enza ad un'altitudine di mt. 105 slm, i terreni dell'azienda presentano quelle caratteristiche climatiche e geologiche ottimali, a cui si deve l'alta qualità del vino prodotto. Una severa potatura, che riduce a poche gemme il tralcio della vite, l'ottima esposizione dei vigneti, un microclima ed un'insolazione ideale, una precisa scelta dei tempi di vendemmia ed un'accurata selezione degli uvaggi hanno consentito di ottenere dei vini dai profumi complessi e delicati che si distinguono nelle degustazioni per rotondità ed equilibrio. Vitigni: Lambrusco, Malvasia, Merlot, Syrah, Cabernet, Viognier, Picol Ross. Con cadenza mensile sono organizzate in azienda delle degustazioni serali dei vini (a volte in collaborazione con altre cantine italiane) abbinate a stuzzichini tipici Emiliani. E' possibile visitare l'azienda, i vigneti e la cantina con una visita guidata di circa 40 minuti con degustazione vini. Questo servizio deve essere prenotato ed a seconda del tipo di degustazione e dal numero di vini in assaggio viene concordato il prezzo.
 

Articoli correlati

Reggio Emilia
Reggio Emilia
Là dove nasce il tricolore italiano: alla scoperta della nostra storia
guarda
Amici del Rifugio Crucolo
Reggio Emilia
Alcune proposte su dove trascorrere una romantica sera insieme alla persona amata.
guarda
Corte San Giorgio B&B
Reggio Emilia
Recensione dei bed and breakfast di Reggio Emilia più romantici e ricchi di fascino, ideali per una fuga d'amore del week end
guarda
Casa Matilde B&B
Reggio Emilia
Per godere in modo esaustivo dell’offerta che Reggio Emilia dedica a tutti i visitatori, l’ideale è alloggiare in una sistemazione ec..
guarda
Recensione delle migliori cantine di Pavia dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia.
Pedrotti Spumanti
Trento
Recensione delle migliori cantine di Trento dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia
Casale Del Groppone
Parma
Recensione delle migliori cantine di Parma dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia.
Benazzoli
Verona
Foto di Benazzoli
Recensione delle migliori cantine di Verona dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia

Cosa mangiare a Reggio Emilia Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda
Squacquerone
E’ un formaggio fresco e cremoso di colore bianco caratteristico Romagnolo, oggi diffuso non solo in Emilia Romagna . Si usa metterlo sulle piadine.
guarda
Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda