Dormire a Ravenna spendendo poco

Scegliendo una sistemazione economica centrale si avrà la possibilità di vivere al meglio le tradizioni e la storia di Ravenna

Bed and Breakfast - Casa Masoli

Ravenna è una città valorizzata meno di quanto merita. Non tutti sanno che è stata capitale per ben tre volte e per tre differenti imperi: quello Romano d’Occidente, quello di Teodorico e quello di Bisanzio in Europa. Ognuno ha lasciato delle tracce importanti che testimoniano quanto Ravenna era importante, tanto che ben otto monumenti sono stati eletti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Un soggiorno in questa città risulta ideale se la sistemazione prevista è ubicata in pieno centro dal momento che si deve girarla a piedi. Una buona soluzione è quella di riservare un confortevole Bed & Breakfast che rimane all’interno del centro storico e che deve essere considerato punto di partenza per le visite che si intendono fare.

Ravenna ospita le spoglie mortali di Dante Alighieri, all’interno del mausoleo-tomba a lui dedicato e che merita di essere una tappa nel giro turistico della città ma, se oltre ai monumenti imperdibili che tutte le guide turistiche suggeriscono come il Mausole di Galla Placidia, la basilica di San Vitale, la basilica di Sant'Apollinare Nuovo, il Mausoleo di Teodorico e Sant'Apollinare in Classe, è possibile conoscere una Ravenna alternativa scegliendo al percorsi interessanti come quello Venezia che conduce all’interno del XV secolo quando la Serenissima qui lasciò delle testimonianze del suo passaggio. Oppure si può optare per un percorso in bicicletta che si snoda lungo le piste ciclabili che si intersecano all’interno della città, mentre per gli amanti delle tradizione si può conoscere l’artigianato locale con visite agli atelier dei ceramisti e mosaicisti e anche a quelli che producono tele stampate secondo l’antico metodo romagnolo.

Molti sono i locali che propongono lo Street Food che si basa soprattutto alle tradizioni locali

Baracchina
Foto di Baracchina

Molti sono i locali che propongono lo Street Food che, però, si aggancia alle tradizioni locali. Ecco una lista di luoghi che suggeriamo. In via Faentina, da Piadina Novella la specialità è la focaccia carciofina. Da Denise in viale Italia, si trova la piadina con crescione zucca, patate e salsiccia. Buonissimi i grissini di piadina con prosciutto crudo che propone il Piccolo Chiosco in via Molo San Filippo mentre, alla Baracchina di via Guizzetti angolo via Sirotti si può degustare una eccellente frittura di pesce al cartoccio.

Articoli correlati

Presbiterio di San Vitale, Ravenna
Ravenna
Foto di Lawrence OP
Capitale di ben tre imperi Ravenna rifulge ancora del suo immutato splendore
guarda
Cala Celeste
Ravenna
Foto di Cala Celeste
Sia in inverno avvolta dalla nebbia che durante la bella stagione quando il sole risplende alto, Ravenna è una cittadina dalle emozioni i..
guarda
Al Teatro
Ravenna
Foto di Al Teatro
Recensione dei bed and breakfast di Ravenna più romantici e ricchi di fascino, ideali per una fuga d'amore del week end.
guarda
Tanta storia, arte e buona cucina: ecco Ravenna e le sue migliori pizzerie
guarda
Percorso tra i celebri mosaici di Ravenna riconosciuti dall'Unesco come Patrimonio Mondiale dell'Umanità
guarda
Villa Bigio
Assisi
Foto di Villa Bigio
Per girare a piedi la splendida Assisi scegliere di alloggiare in una comoda sistemazione economica del centro è l'ideale

Cosa mangiare a Ravenna Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda
Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Squacquerone
E’ un formaggio fresco e cremoso di colore bianco caratteristico Romagnolo, oggi diffuso non solo in Emilia Romagna . Si usa metterlo sulle piadine.
guarda
Zampone
Prodotto con un impasto di carni suine, avvolto dall'involucro formato dalla zampa di un maiale e dopo averlo lessato si gusta da solo o con lenticchie.
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda
Tortellini in brodo
Piatto tipico emiliano e composti da sfoglia ripiena di carne, prosciutto, mortadella, uova, parmigiano e aromi e poi cotti nel brodo.
guarda
Zuppa di anguille
Tipico piatto di Comacchio dove le anguille si preparano con cipolla, odori, pomodori, scorza di limone e aceto.
guarda