Weekend a Messina

Grazie alla presenza di tanti popoli e culture diverse Messina vanta diversi luoghi davvero affascinanti

Stretto di Messina
Foto di Marco Crupi

Messina è stata denominata nel passato Zancle per la forma a falce dovuta al caratteristico porto naturale, in seguito, Messana, dai romani dopo la conquista.

La città è stata fondata intorno all’VIII secolo a.C. e più volte ricostruita a causa dei numerosi terremoti, ciò nonostante conserva le bellezze architettoniche di numerosi popoli: Greci, Romani, Bizantini, Arabi, delle dominazioni Sveva, Angioina ed Aragonese.

Grazie alla presenza di così tanti popoli e culture diverse la città vanta diversi luoghi affascinanti come la Necropoli romana nei pressi della Prefettura e la Basilica Cattedrale Protometropolitana nella quale è conservato uno dei più grandi organi esistenti in Italia ed Europa.

Se per il tuo weekend decidi di volerti godere il mare, Messina offre uno spettacolo unico grazie alle sue lunghe coste

Messina all'alba
Foto di Marco Crupi

Se per il tuo weekend decidi di volerti godere il mare, Messina offre uno spettacolo unico grazie alle sue lunghe coste, da nord si può scegliere di immergersi nel mare di Capo Peloro, uno splendido luogo dove si può ammirare oltre alle acque cristalline che bagnano la sabbia anche la bella costa calabrese. Sdraiati sulla sabbia o sul lettino grazie al Lido di Legambiente che offre musica, bevande e snack ci si può sollazzare fino a tardo pomeriggio perché questo lembo di terra gode del sole fino al tramonto.

Durante la rilassante giornata passata tra Scilla e Cariddi, per tutti gli appassionati d’immersioni si può partecipare ai tour organizzati dall’Ecosfera Diving Center di Messina nei fondali marini di Torre Faro. Non andate via senza passare prima dal mitico bar La Lumachina situato proprio al centro del villaggio dove si possono gustare deliziosi gelati e ottime granite di frutta.

Lasciato questo piccolo angolo di paradiso, prima di andare via, prendetevi ancora qualche minuto per passare dalla famosa rosticceria Fratelli Famulari, nota per i suoi 52 tipi di arancini diversi, oltre a tante altre leccornie tipiche della città dello stretto.

Olga Lo Presti

Articoli correlati

Ristorante Bellavista
Messina
Messina, la 'porta della Sicilia', è una città ricca di storia e per questo ancora più affascinante e romantica.
guarda
B&B Lepanto
Messina
Foto di B&B Lepanto
Recensione dei bed and breakfast di Messina più romantici e ricchi di fascino, ideali per una fuga d'amore del week end.
guarda
Soggiornare a Messina risulta particolarmente conveniente laddove ci si servisse dei Bed&Breakfast economici che ci sono al centro storico
guarda
Isola d'Elba
Isola d'Elba
Foto di Luciano
Famosa per il suo mare e per la sua storia indissolubilmente legata all’esilio di Napoleone Bonaparte.
Porto San Giorgio dal mare
Porto San Giorgio
Foto di Mauro
La cittadina si sviluppa tra la costa adriatica e la via Lauretana.
Playa de Cefalú
Cefalù
Cefalù un’irresistibile mix di Mare, cultura e gastronomia.

Cosa mangiare a Messina Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Sarde a beccafico
Sarde arrotolate intorno ad un composto di pane grattuggiato, uva sultanina, zucchero, sale, pepe ed olio d'oliva, poi cotte al forno.
guarda
Frutta candita
La storia narra che questo tipico dolce nasce nel convento della Martorana per sostituire i frutti colti dagli alberi con un impasto di farina di mandorle e zucchero .
guarda
Cannolo Siciliano
I cannoli sono una delle specialità più conosciute della pasticceria dell’isola ed è preparato con una cialda di pasta precedentemente fritta e un ripieno a base di ricotta di pecora..
guarda
Panelle
Le panelle sono uno dei cibi cult dello street food a Palermo. Fritte in mezzo al pane per saziare l’appetito.
guarda
Pasta con le sarde
Sarde, pasta e finocchietto. Primo da mangiare da marzo a settembre quando è possibile la pesca di questo pesce.
guarda
Cassata alla Siciliana
La cassata siciliana è il must dei dolci siciliani conosciuto in tutto il mondo. Un vero tripudio per tutti i golosi.
guarda
Arancini
Salame tritato e riso, il tutto ricoperto da impanatura per le arancine, da assaggiare in tutte le rosticcerie e nei mercati della Sicilia.
guarda
Caponata
Melanzane ed altre verdure cucinate in padella e ripassate con pinoli, sedano, cipolle, olive e capperi con l’aggiunta di una salsa agrodolce.
guarda