Weekend a Porto Ercole

Un romantico week end lo possiamo trascorrere in piena maremma, nello splendido Porto Ercole sull’Argentario.

Porto Ercole

Considerato uno tra i borghi più belli d’Italia, la sua storia inizia già in epoca etrusca e poi romana. In epoca medioevale il posto è citato nella donazione di Carlo Magno all’Abbazia delle Tre Fontane e nel XIII secolo Margherita Aldobrandeschi, fece erigere la Torre di Terra che fu il primo passo verso la costruzione di quella che sarà la Rocca.

Nel corso dei secoli passando per gli Orsini e poi con la Repubblica di Siena, Porto Ercole fiorì fino ad essere conteso tra Francia e Spagna ossia tra Siena e Firenze che qui combatterono un’aspra battaglia poi raffigurata dal Vasari nella Sala dei Cinquecento a Palazzo Vecchio e famosa con il titolo ‘la presa di Porto Vecchio’. In previsione di quel combattimento, Piero Strozzi fece edificare altre otto fortificazioni oltre a quella esistente che è anche l’unica sopravvissuta. Con la sconfitta della Francia e quindi di Siena, il Porto fu annesso ai Reali Presidi Spagnoli che si occuparono della sua fortificazione con l’ampliamento della Rocca Senese e la costruzione di altri forti: Stella, Santa Caterina, Filippo.

Una visita di Porto Ercole deve prevedere i quattro forti tra i quali, Forte Stella è quello più affascinante. Interessante anche la conoscenza delle chiese di Sant’Erasmo e di San Rocco inserite nel borgo che conserva la sua cinta muraria originale con la porta ad arco gotico a sesto acuto. Prima di entrare nel paese, si possono ammirare le due fortificazioni che erano parte del sistema di difesa del promontorio: il Forte Filippo del XVI secolo e il Forte Santa Caterina del Settecento. Qui il nucleo storico è ben conservato dalla cinta muraria sormontata dalla Torre dell’Orologio.
 

Concedetevi una passeggiata lungo la Spiaggia delle Viste che si trova di fronte all’Isolotto

Isolotto di Porto Ercole, Grosseto
Foto di fabulousfabs

Suggestiva è Piazza di Santa Barbara dalla quale si domina il porto e dove affaccia il Palazzo dei Governanti del XVI secolo di Baldassarre Peruzzi da un lato, mentre dall’altro si può vedere il Bastione di Santa Barbara del XV secolo.

Dopo aver sorseggiato un fresco aperitivo e prima di un pranzo a base di pesce,  riesce gratificante perdersi nella serie di vicoli che, salendo, conducono alla parte più antica del paese dove si erge Sant’Erasmo all’interno della quale sono custodite le tombe dei governanti spagnoli che qui vissero.

Per vedere la Rocca bisogna prendere la strada panoramica e fare una deviazione che porta alla fortificazione. Dopo averla visitata si prosegue sempre lungo la panoramica e dopo aver oltrepassato la Spiaggia delle Viste che si trova di fronte all’Isolotto, si raggiunge la zona detta dello Sbarcatello dove si trova Forte Stella da dove poter vedere sia l’abitato di Porto Ercole che la lontana Torre Avvoltore.

Un luogo romantico per consumare un pranzo da non dimenticare è l’Osteria dei Nobili Santi che si trova nella località Le Piane presso il Polo club Argentario. Il locale risulta essere sobriamente elegante e anche se risulta ideale chiedere il menu degustazione potete ordinare a la carte, degli eccezionali gnocchi agli scampi o tortelli alla spigola che dovrete annaffiare con un vino bianco scelto per voi dall’inappuntabile maitre che vi seguirà nella ordinazione.

Aldo Galvagno

I Borghi più belli d'Italia
Porto Ercole fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia della Toscana. Di questa singolare classifica fanno parte anche Anghiari, Barga, Buonconvento, Castelfranco Piandiscò, Castiglione di Garfagnana, Cetona, Coreglia Antelminelli, Giglio Castello, Loro Ciuffenna, Montescudaio, Pitigliano, Poppi, San Casciano dei Bagni, Scarperia e San Piero e Sovana.

Articoli correlati

Paesaggio toscano
Sansepolcro
A Sansepolcro esiste una magia che rende unico un week end romantico per due
Tempio di Ercole (Sicilia)
Agrigento
Agrigento è nota soprattutto per la sua splendida Valle dei Templi, grandiosa testimonianza dell’antica Magna Grecia
Vulcano
Isola di Vulcano
L’isola più prossima alla Sicilia è la selvaggia Vulcano che trae il suo nome dal dio romano e che al suo interno ospita ben quattro v..
Narni Umbria
Narni
Un week end a Narni significa vivere una parentesi decisamente romantica
Portofino
Portofino
I found my love in Portofino perchè nei sogni credo ancor
Trevi
Trevi
Foto di kebnekaise
Weekend romantico nel delizioso borgo umbro arroccato su di un colle ricco di ulivi
Circeo e San Felice all'alba
San Felice Circeo
Foto di N i c o l a
Weekend nell'incantevole promontorio del Circeo, un piccolo ed isolato massiccio montuoso che sovrasta il Mar Tirreno
Castello di San Giorgio, Mantova
Mantova
Foto di Davide Oliva
Dedica del tempo a te e alla tua amata in un week end romantico a Mantova

Cosa mangiare a Porto Ercole Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Ribollita
Piatto che deriva dalla tipica zuppa di pane raffermo e verdure della Toscana, specialmente cavolo nero e fagioli. (Arezzo)
guarda
Tortelli di patate
Grandi e di forma quadrata hanno un ripieno molto semplice e gustoso, composto da un impasto di patate lesse passate, parmigiano, noce moscata e sale. (Massa e Carrara)
guarda
Cecina
Torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva. Si cuoce in forno a legna, in teglia, e assume con la cottura un vivace colore dorato. (Pi..
guarda
Biscotti di Prato
Sono biscotti secchi alle mandorle, ottenuti tagliando a fette il filoncino di pasta ancora caldo.
guarda
Brigidini
Cialde color giallo-arancio molto friabili e abbastanza grandi. Composte da zucchero, farina, uova ed essenza liquida di anice (nelle ricette tradizionali si utilizzano i semi). (Pistoia)
guarda
Cacciucco
Piatto a base di pesce, composto da diverse qualità di pesce “povero”, in salsa di pomodoro e poi adagiato su fette di pane abbrustolito e agliato poste sul fondo del piatto. (Livorno)
guarda
Buccellato
Dolce nato sulla nobilitazione del pane. Esternamente mostra un colore marrone scuro e lucido. All'interno presenta una pasta dolce e morbida ricca di uva passa e anici. (Lucca)
guarda
Panforte
Dolce realizzato con mandorle e un composto di miele e spezie. Lo stampo è rivestito di ostia e, una volta freddo, viene sommerso da una coltre di candido zucchero a velo. (Siena)
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK