Weekend a Salice Terme

Un angolo vacanziero inaspettato, un weekend all'insegna del benessere e del relax in mezzo al verde.

Il parco di Salice Terme
Foto di Rosario

Salice Terme è una piccola località della provincia di Pavia a pochi passi da Voghera, chi la conosce e la frequenta ne parla come di una piccola Rimini in mezzo al nulla e tra poco scoprirete perché!

Questo paese si trova al confine tra Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia ed è attraversato da un torrente, lo Staffora, che gli garantisce un clima ventilato secco e temperato.

Sicuramente una delle attrazioni di Salice è il grande parco secolare delle Terme che fa da dimora alla Quercia Secolare intitolata alla poetessa Ada Negri che pare riposasse all’ombra dei suoi rami, non solo querce comunque popolano il bellissimo parco, ma anche tigli, platani, aceri, sequoie e tanti altre specie ancora.

Passeggiare all’interno del parco è piacevole e molto rilassante, numerosi sono i posti dove potersi fermare, stendersi sull’erba e godersi i raggi del sole inebriandoci dei profumi delle numerose essenze che ci fanno da ombra oppure organizzare un pic nic sui tavoli e le panche di legno.

Un ampio prato verde situato nella parte centrale del Parco delle Terme è l’ideale anche per far scorrazzare il nostro cane se ne abbiamo uno od organizzare una partitella di calcio improvvisata, in alcuni periodi dell’anno questa parte del prato è adibita ad ospitare concorsi ippici o di tiro con l’arco.

Il Parco di Salice Terme è attrezzato anche per lo svago, al suo interno infatti troviamo campi da tennis, da minigolf, una piscina attrezzata con bar, che la sera si trasforma in un vivissimo locale notturno, il percorso avventura per grandi e piccini, un piccolo parco giochi ed una discoteca.

Salice Terme la meta ideale per un weekend fuori porta

il campo di papaveri
Foto di Uberto

Le terme sono di antica tradizione a Salice, già all’epoca di Casa Savoia si rivalorizzò l’acqua termale e nel XIX secolo grazie al Dottor Brugnatelli le due fonti più antiche, la sulfurea e la salsobromojodica furono riportate in auge, successivamente il Dottor Stoppani fece costruire il primo stabilimento per le cure ed erigere il Grand Hotel che troneggia ancora oggi all’interno del parco.

Alle Terme di Salice non si effettuano solo trattamenti di bellezza, non abbiamo soltanto piscina termale, sauna, bagno turco e stanza del sale e tanto altro, ci sono programmi di remise en forme, la zona vapori e un’ampia scelta di trattamenti specifici per la nostra salute.

Il Centro Termale di Salice è davvero completo, qua possiamo anche avere cure pediatriche per i bimbi, inoltre c’è una convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale che ci permette di presentarci con la sola prescrizione medica per avere accesso al centro e ricevere tutti i trattamenti dei quali abbiamo bisogno.

Ecco che un weekend fuori porta si trasforma non solo nell’occasione di essere immersi nell’atmosfera di questo piccolo centro termale e turistico, ma anche in quella di dedicarci alla nostra salute effettuando cicli di inalazioni, massoterapia, trattamenti per l’apparato circolatorio e molto altro.

Quando il sole cala possiamo recarci presso il ristorante Il Caminetto per una cena intima in un ambiente tranquillo e raffinato che prepara piatti della tradizione e non solo.

Il Caminetto è raggiungibile a piedi da tutti gli alberghi nei quali possiamo soggiornare a Salice Terme e ci accoglierà con un’atmosfera rilassante, i piatti sono semplici e golosi, ce n’è per tutti i palati  e nell’indecisione possiamo gustare un tagliere di salumi tipici mentre decidiamo cosa ordinare dal menù.

Il personale è disponibile e la carta dei vini soddisferà a pieno i nostri desideri offrendoci sia vini tipici della zona d’Oltrepò che fuori regione.

La sera, soprattutto d’estate, Salice Terme  è meta di divertimento, sono davvero tanti i localini anche con dehor che possono accogliervi per bere un bicchiere e gustare buona musica anche dal vivo, La Sala dei Gelati, gelateria storica, vi delizierà col suo gelato artigianale servendo coppe di ogni forgia e per i nottambuli ci sono le discoteche all’aperto dove potersi scatenare al chiaro di luna.

Sara Manelli

Articoli correlati

Terme di Pré Saint Didier
Pré-Saint-Didier
Un rilassante weekend di coccole.
Lago Di Auronzo
Auronzo di Cadore
Relax assoluto ad Auronzo di Cadore tra campeggi, passeggiate e terme
Grotta Giusti, Monsummano Terme
Monsummano Terme
Meta di salute, benessere e bellezza, Monsummano Terme riesce a coniugare le comodità della vita cittadina con splendore della campagna.
Monecatini Terme - Montecatini Alto
Montecatini Terme
Situata in una posizione altamente strategica, la cittadina di Montecatini Terme è diventata un crocevia turistico.
Lazise, Veneto
Lazise
Foto di fotokunde
Cittadina piccola e tranquilla che ha fatto del benessere la sua vocazione.
Il mare di Montesilvano, Pescara
Montesilvano
Foto di Andrea
Weekend alle terme al Baden Baden Centro Benessere e Day Spa a Montesilvano

Cosa mangiare a Salice Terme Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Ossobuco alla milanese
Ossibuchi della zampa di vitello infarinati e passati in padella con olio e burro e poi cotti con salsa di pomodoro.
guarda
Pizzoccheri della Va..
I pizzoccheri alla Valtellinese sono il piatto simbolo della cucina tradizionale Valtellinese e sono realizzati con farina di grano saraceno.
guarda
Risotto alla milanese
Classico primo della cucina milanese, il famoso risotto è preparato con l’aggiunta di midollo di bue e zafferano che lo differenziano da tutti gli altri.
guarda
Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Polenta taragna
Polenta fatta con farina di grano saraceno e di farina di mais che una volta cotta va aggiunto burro e formaggio.
guarda
Cassoeula
È un piatto invernale tipico composto da uno stufato di verze e carni di maiale (salsiccia, puntine, piedini e cotica).
guarda
Costoletta alla miil..
Secondo tipico che è realizzato dalla costoletta che viene passata nell'uovo e poi nel pangrattato quindi fritta nel burro.
guarda