Teatro Antico di Taormina in SIcilia

Weekend in Sicilia

Provate ad immergervi nelle acque di Lipari e Vulcano o dinnanzi alla spiaggia di Punta Secca, il piccolo borgo marinaro famoso per essere la location della fiction ‘il commissario Montalbano’, o anche a una di quelle prospicienti a Calamosche, la piccola caletta sabbiosa cinta da due promontori montuosi e circondata da dune.

Qui in Sicilia il mare è davvero unico: Capo Passero dalle profonde acque blu; San Vito lo Capo e Scopello inseriti nella riserva naturale de Lo zingaro dalla bianchissima sabbia fine che incornicia un mare tempestato di emergenti e pittoreschi scogli; Terrasini caratterizzata da rosse rocce venate di bianco, Marina di Ragusa, Capo d’Orlando con i suoi otto chilometri di spiaggia dove poter ammirare durante i tramonti, il disco rosso fuoco del sole che si perde dentro al mare…

L’isola è sempre stata un porto di mare in mezzo al Mediterraneo, crocevia di scorribande che si sono susseguite in questa terra che ha visto fenici, greci, romani, saraceni, normanni e borboni, prendere e perdere il potere di questa terra così incantatrice.

Quant'è barocca questa terra

Tramonto in piazza Duomo a Noto

Paradossalmente, si deve al grande sisma che colpì la Sicilia alla fine del XVII secolo e che distrusse città, paesi e villaggi, l’evoluzione dello stile barocco in questa terra. Tutto è da connettere alla politica che dominava la Sicilia che, nonostante fosse sotto il dominio Spagnolo, in realtà era comandata dall’aristocrazia siciliana che era formata da principi, duchi, marchesi, conti, visconti e baroni appartenenti a oltre duecento casati nobiliari autoctoni. Questi, si rifacevano ancora su un sistema feudale che poteva assicurare una manodopera che stava alle loro dipendenze e con la quale si iniziò la ricostruzione che, mentre per la gente era rappresentata da povere casupole, per l’aristocrazia si manifestò in Palazzi e Ville che rappresentavano degli status symbol. 

Lo stile barocco non si evidenzia per essere solamente uno stile tuttavia comune in Europa di quell’epoca, ma assume una vera e propria personalizzazione in Sicilia che fu caratterizzata da un ridondante decorativismo scenografico e cromatico tanto che le facciate delle Chiese somigliavano più a torte nuziali che non a luoghi di culto e nell’interno trionfò una miscela di marmi intarsiati di molti colori che li rendevano esuberanti ed originali.

Noto, definita la perfetta città barocca è l’esempio più chiassoso di questo stile architettonico che tratteggia tutta la Sicilia rendendola unica.

Pesca e fatica

Capo Zafferano, Santa Elia, Sicilia

Isola significa mare e questo è sinonimo di pesca.
In Sicilia, soprattutto nei mari di Trapani, esistono ancora le ultime tonnare che, in primavera compiono l’antico rito della mattanza, ossia la pesca del tonno rosso secondo metodi che abbracciano tradizioni tramandate per generazioni e che formano un sincretismo dove magia, religione e leggenda sono componenti essenziali di un lavoro che comporta sacrificio e fatica.

Nel tratto di costa da Alcamo a Mazara del Vallo dei dodici impianti che si dedicavano alla pesca, la maggioranza ha chiuso i battenti e al giorno d’oggi si possono solo ritrovare elementi che appartengono ad una recente archeologia industriale ma laddove ancora in essere, sfruttano la tecnica della tonnara, ossia un sistema di reti fisse che vengono calate lungo le strade che i tonni percorrono da primavera fino alla fine dell’estate. Una rete posta verticalmente rispetto alla costa, chiamata ‘pedale’ proibisce il cammino ai pesci che così vengono indirizzati al largo dove li attende la tonnara dove le reti sono posizionate in modo da rendere passaggio obbligato il loro procedere fino a giungere all’ultima rete detta ‘della morte’. Qui una volta giunti i tonni, vengono agganciati da lunghi uncini che li issano a bordo a forza di braccia mentre i pescatori intonano canti antichissimi guidati dalla regia del ‘rais’ il pescatore più esperto che esegue i comandi tramandati oralmente di generazione in generazione.

Dolce forno

Cannoli siciliani
Foto di kidclaude

Dalla gastronomia araba la terra di Sicilia ha tratto ispirazione per dei dolci che hanno guadagnato fama mondiale come la cassata siciliana oppure i cannoli.

Qui l’uso della pasta di mandorle, del miele, del celebre pistacchio di Bronte, della ricotta appena preparata e della frutta candita ha saputo regalare e non solo ai golosi, sapori unici ed inimitabili. In Sicilia si può apprezzare il gelato dentro la brioche che offre al palato un interessante contrasto con il freddo del contenuto e la fragranza del contenitore che miscelano aromi e sensazioni più che uniche.

I dolci in Sicilia rappresentano il fiore all’occhiello di una gastronomia ma anche il rito che si consuma nei giorni di festa quando le famiglie si recano in pasticceria per acquistare cannoli e cassate da consumare a fine pasto come una celebrazione alla quale non si può proprio sfuggire.

Articoli correlati


Menfi caratterizzata da centinaia di metri di spiagge sabbiose e chiare, con dune che si estendono nell’entroterra vi darà l’impressi..
Arco Antico
Trapani
Foto di Arco Antico
Per godere in modo opportuno il proprio soggiorno a Trapani, si consiglia di pernottare in un economico B&B del centro storico che spesso ..
Preferire un soggiorno in un centralissimo ed economico Bed & Breakfast di Siracusa consente sentirsi un vero ‘siracusano’
Soggiornare a Messina risulta particolarmente conveniente laddove ci si servisse dei Bed&Breakfast economici che ci sono al centro storico
Villa Arianna B&B
Taormina
Soggiornare all’interno di un confortevole ed economico Bed & Breakfast si traduce nella possibilità di sentirsi come un cittadino di T..
B&B Gemdeluxe
Catania
L’ospitalità siciliana è proverbiale e, per goderla pienamente, è preferibile soggiornare in una comoda sistemazione economica nel ce..
L’ospitalità siciliana è proverbiale e se a Palermo decidete di soggiornare all’interno di una sistemazione economica avrete modo di..
 Lipari
Lipari
Perla del minuscolo arcipelago delle isole Eolie, Lipari è una deliziosa sorpresa per i turisti che rimangono affascinanti dalle tante be..
Cantine Duca Di Salaparuta
Palermo
Recensione delle migliori cantine di Palermo dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia
Cottanera
Catania
Foto di Cottanera
Recensione delle migliori cantine di Catania dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia.

Cosa mangiare in Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Granita e brioche
E’ la colazione tipica dei siciliani, specie nelle zone costiere in estate. Oltre alla frutta c'è la granita di pistacchio, di cacao, di caffè e di mandorla.
guarda
Cannolo Siciliano
I cannoli sono una delle specialità più conosciute della pasticceria dell’isola ed è preparato con una cialda di pasta precedentemente fritta e un ripieno a base di ricotta di pecora..
guarda
Arancini
Salame tritato e riso, il tutto ricoperto da impanatura per le arancine, da assaggiare in tutte le rosticcerie e nei mercati della Sicilia.
guarda
Panelle
Le panelle sono uno dei cibi cult dello street food a Palermo. Fritte in mezzo al pane per saziare l’appetito.
guarda
Cassata alla Siciliana
La cassata siciliana è il must dei dolci siciliani conosciuto in tutto il mondo. Un vero tripudio per tutti i golosi.
guarda
Pasta alla Norma
Gustosa ricetta per condire maccheroni con melanzane fritte, alloro e pomodoro su cui si grattugia pecorino stagionato.
guarda
Sarde a beccafico
Sarde arrotolate intorno ad un composto di pane grattuggiato, uva sultanina, zucchero, sale, pepe ed olio d'oliva, poi cotte al forno.
guarda
Pasta con le sarde
Sarde, pasta e finocchietto. Primo da mangiare da marzo a settembre quando è possibile la pesca di questo pesce.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK