Weekend a Bobbio

Una gita in Val Trebbia, a Bobbio, e una buona merenda tra le dolci colline della provincia di Piacenza.

Vista panoramica della città di Bobbio con al centro il Duomo

Decidere di fare una gita a Bobbio significa immergersi nella provincia di Piacenza tra le dolci colline dell’Emilia Romagna godendo dell’aria buona del posto e del piacevolissimo borgo di origine romanica.

Bobbio è paese con una grande storia che ci riporta al neolitico e successivamente vede il suo fulcro storico nell’Abbazia di San Colombano fondata nel 614.

Nel periodo Medievale l’Abbazia ebbe infatti un ruolo molto importante politicamente, religiosamente e culturalmente finché nel 1014 prese il titolo di Città grazie al fatto di essere stata prima Diocesi e Contea, godendo dell’indipendenza finché non venne governata prima dal Ducato di Milano e poi dai Savoia.

Bobbio è un luogo ricco di importanti monumenti legati al suo passato, qua infatti è possibile respirare appieno il suo mix di culture, Piacentina,  Ligure, Piemontese e Pavese,  è immerso nella vallata e perfetto per gli amanti della natura e dello sport.

Una volta arrivati in paese verrete accolti dalla grande fontana di Piazza San Francesco, che fa da ingresso ed addentrandovi nel centro rimarrete stupiti dalla buonissima conservazione del borgo medievale, il cui vero simbolo è il Ponte Gobbo detto anche Ponte del Diavolo.

Di origine romana, il ponte è in pietra e attraversa il fiume Trebbia grazie alle sue 11 arcate irregolari, dal ponte si può godere della vista sul Santuario della Madonna del Penice che possiamo trovare sulla cima dell’omonimo monte.

Al centro di Bobbio troverete il Duomo di Bobbio che ospita anche gli Archivi Storici Bobiensi.

Interno del Duomo di Santa Maria Assunta di Bobbio

Oltre alla visita all’Abbazia di San Colombano io vi esorto ad inoltrarvi tra le viuzze del borgo a scoprire anche le antiche Carceri e il Mulino del Monastero, anche la Chiesa della Madonna delle Grazie che un tempo fu ospedale e farmacia monastica è lì ad attendervi per  raccontavi la sua storia.

Al centro di Bobbio  troverete il Duomo di Bobbio che ospita anche gli Archivi Storici Bobiensi, la piazza è davvero spaziosa e suggestiva, circondata dai suoi portici che ospitano numerose botteghe artigiane e alimentari dove potete trovare i prodotti tipici del luogo.

Bobbio è un paese ricco di angoli caratteristici da scoprire, ci sono degli scorci perfetti per le vostre foto, l’aria è sempre fresca e frizzante e d è un posto davvero piacevole per passeggiare,

Se siete stanchi ed avete voglia di rifocillarvi, fermatevi in Piazza San Francesco, troverete dopo la fontana una piccola pizzeria , focacceria da asporto La Pizza del Monastero, oltre a numerose pizze e focacce da quella con il pesto alla genovese e pinoli a quella con le patate,  fino ad una rivisitazione della focaccia di Recco.

Nove su dieci riuscirete a mangiare pizze e focacce appena sfornate ed ancora fumanti, ma potete optare anche per un bel panino con la Coppa un salume tipico piacentino-

La Pizza del Monastero è il luogo adatto dove procacciare tutti gli elementi chiave di un bel pic nic da fare nel parco vicino al Castello  e magari coi piedi a mollo nel fiume vicino ammirando la bellezza del paesaggio che ci circonda.

Sara Manelli

I Borghi più belli d'Italia
Bobbio è stato eletto uno tra i borghi più belli d'Italia dell'Emilia Romagna. Di questa speciale classifica fanno parte anche Brisighella, Castell’Arquato, Compiano, Dozza, Fiumalbo, Fontanellato, Gualtieri, Montefiore Conca, Montegridolfo, San Giovanni in Marignano, San Leo e Vigoleno.

Articoli correlati

Santuario Madonna della Guardia, Tortona
Tortona
Foto di Lynne Hand
Fine settimana a Tortona alla scoperta della città e del Santuario di Nostra Signora della Guardia
Paestum
Paestum
Arte, storia, cultura, mare, spiagge, cibo, sole, natura, relax, tutto questo in una sola parola: Paestum
Asiago, Laghetto di Lumera
Asiago
Foto di douneika
Un fine settimana fuori porta ad Asiago all'insegna dello sport.
Villa La Zambonina
Vigasio
Foto di TuscanyNow
Un week end a Vigasio tra la spiritualità delle chiese del XV secolo e lo charme della Villa La Zambonina.
La piazza del Municipio di Castell'Arquato
Castell'Arquato
Foto di Giovanni
Un giorno a Castell'Arquato, uno dei borghi più belli d'Italia a due passi da Piacenza
Borgo a Mozzano
Borgo a Mozzano
Atraversato dal tortuoso fiume Serchio, Borgo a Mozzano è il paese degli archi e dei ponti

Cosa mangiare a Piacenza Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Lasagne alla bolognese
Famoso in tutto il mondo. Preparato con sfoglia all’uovo rettangolari poste in una pirofila alternando strati di ragù, besciamella e Parmigiano Reggiano grattugiato e cotte al forno.
guarda
Piadina
Semplice impasto di farina, strutto e sale trasformato in un disco cotto su un piano di pietra e servito guarnito di prosciutto e squaquarone
guarda
Squacquerone
E’ un formaggio fresco e cremoso di colore bianco caratteristico Romagnolo, oggi diffuso non solo in Emilia Romagna . Si usa metterlo sulle piadine.
guarda
Cappellacci
Piatto ferrarese a di base è la zucca. La loro forma ricorda, cappelletti e tortellini e vanno serviti o in brodo o burro e salvia.
guarda
Tagliatelle al ragù
Si deve fare rosolare nel burro la carne di vitello tritata, prosciutto, carota, sedano, cipolla, pomodori e facendo cuocere il sugo che condirà le tagliatelle preparate in casa.
guarda
Tortellini in brodo
Piatto tipico emiliano e composti da sfoglia ripiena di carne, prosciutto, mortadella, uova, parmigiano e aromi e poi cotti nel brodo.
guarda
Prosciutto
Insaccato prodotto dalla coscia del maiale che viene conciata e stagionata in appositi depositi. Il più famoso per la sua dolcezza è quello di Parma.
guarda
Anolini
Gli anolini parmensi sono un composto di mollica, parmigiano, uova e spezie. Generalmente si servono in brodo.
guarda