Weekend a Borgo a Mozzano

Atraversato dal tortuoso fiume Serchio, Borgo a Mozzano è il paese degli archi e dei ponti

Borgo a Mozzano

Il comune di Borgo a Mozzano è dotato di una sua stazione ferroviaria. Da Firenze salite sul treno per Lucca (o Viareggio). Alla stazione lucchese scendete e prendete la coincidenza sulla direttiva verso Aulla. Inoltre è possibile raggiungere il paese anche usando le autolinee C.L.A.P e F.lli Lazzi con partenza da Lucca.
Questo comune ha molte frazioni tutte da scoprire come la deliziosa Rocca con la sua altrettanto graziosa Chiesetta degli Alpini e Corsagna, un paesino magico perso in un dedalo di antiche corti dal quale si gode di una vista mozzafiato.
Per questa ragione vi suggeriamo di arrivare a Borgo a Mozzano con la vostra auto per potervi così  spostare autonomamente. Uscite a Lucca e imboccate la statale 12 in direzione Borgo a Mozzano.
Il comune ha una struttura turistico-ricettiva piuttosto variegata: presenti sul territorio un albergo, un'azienda bioagrituristica e persino un antico mulino adibito a locanda. Disponibili anche numerose case vacanza, gran parte delle quali immerse nel verde

Un comune ricco di borghi suggestivi immerso in una cornice naturale senza precedenti

Borgo a Mozzano (Lucca) - Ponte del Diavolo della Maddalena
Foto di Giovanni

Quando visitare Borgo a Mozzano
Il comune di Borgo a Mozzano organizza ogni anno diverse manifestazioni.
Di notevole rilevanza è la Festa dell'Azalea (www.giardinoazalea.it) che si svolge nel mese di Aprile. Mostra mercato pulsante di novità, riunisce le più grandi eccellenze del panorama floriculturale della Toscana, promuovendo anche una specie unica di azalea che nasce solo a Borgo a Mozzano: la così detta “Azalea del Diavolo”.
Di ben altra tipologia è la Baldoria, una manifestazione di tipo religioso-tradizionale che si tiene nel periodo di Pasqua.
L'evento più popolare di Borgo a Mozzano resta, tuttavia, la spettrale Festa di Halloween (www.halloweencelebration.it) che nella sua scorsa edizione ha registrato un'affluenza di ben oltre 40.000 visitatori!

PRIMO GIORNO
Borgo a Mozzano è dunque un'icona dell'aura mistica che avvolge la Toscana in generale: da un lato pittoresco paese immerso in una cornice naturale senza precedenti, dall'altro un luogo scavato pesantemente nella pietra in una spasmodica ricerca di geometrie arcuate  espresse attraverso ponti e ponticelli, alcuni dalle timide curvature come il Ponte sul fiume Rio, altri imponenti e quasi lividi come il Ponte del Diavolo (che è poi il simbolo stesso del comune dal quale si diramano le sue più raidcate tradizioni popolari).
Dedicate, dunque, il primo giorno alla scoperta di questi luoghi, attraversate i borghi e le corti di questo paese e fatevi rapire dai suoi caratteristici archi: nella sola Via degli Orti ve ne sono due.

SECONDO GIORNO
Se non lo avete ancora fatto, sfruttate la mattinata per un rapido giro tra le frazioni di Borgo a Mozzano: ciascuna di esse ha una sua propria identità e merita di essere visitata.
Nel pomeriggio, invece, recatevi a Borgo Castello. È qui che nel mese di Novembre si svolge la famosissima Festa di Halloween. Anche senza la manifestazione, tuttavia, Borgo Castello rimane un luogo senza tempo, dove le rovine antiche creano feritoie tra passato, presente e futuro.

Mary Cafissi

Articoli correlati

Paestum
Paestum
Arte, storia, cultura, mare, spiagge, cibo, sole, natura, relax, tutto questo in una sola parola: Paestum
Vista panoramica della città di Bobbio con al centro il Duomo
Bobbio
Una gita in Val Trebbia, a Bobbio, e una buona merenda tra le dolci colline della provincia di Piacenza.
Santuario Madonna della Guardia, Tortona
Tortona
Foto di Lynne Hand
Fine settimana a Tortona alla scoperta della città e del Santuario di Nostra Signora della Guardia
Asiago, Laghetto di Lumera
Asiago
Foto di douneika
Un fine settimana fuori porta ad Asiago all'insegna dello sport.
Villa La Zambonina
Vigasio
Foto di TuscanyNow
Un week end a Vigasio tra la spiritualità delle chiese del XV secolo e lo charme della Villa La Zambonina.
La piazza del Municipio di Castell'Arquato
Castell'Arquato
Foto di Giovanni
Un giorno a Castell'Arquato, uno dei borghi più belli d'Italia a due passi da Piacenza

Cosa mangiare a Lucca Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Bistecca
Taglio alto di carne di vitellone o di scottona, comprensivo dell'osso, da cuocersi al sangue sulla brace o sulla griglia. (Firenze)
guarda
Cecina
Torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva. Si cuoce in forno a legna, in teglia, e assume con la cottura un vivace colore dorato. (Pi..
guarda
Ribollita
Piatto che deriva dalla tipica zuppa di pane raffermo e verdure della Toscana, specialmente cavolo nero e fagioli. (Arezzo)
guarda
Tortelli di patate
Grandi e di forma quadrata hanno un ripieno molto semplice e gustoso, composto da un impasto di patate lesse passate, parmigiano, noce moscata e sale. (Massa e Carrara)
guarda
Cacciucco
Piatto a base di pesce, composto da diverse qualità di pesce “povero”, in salsa di pomodoro e poi adagiato su fette di pane abbrustolito e agliato poste sul fondo del piatto. (Livorno)
guarda
Buccellato
Dolce nato sulla nobilitazione del pane. Esternamente mostra un colore marrone scuro e lucido. All'interno presenta una pasta dolce e morbida ricca di uva passa e anici. (Lucca)
guarda
Biscotti di Prato
Sono biscotti secchi alle mandorle, ottenuti tagliando a fette il filoncino di pasta ancora caldo.
guarda
Panforte
Dolce realizzato con mandorle e un composto di miele e spezie. Lo stampo è rivestito di ostia e, una volta freddo, viene sommerso da una coltre di candido zucchero a velo. (Siena)
guarda