Weekend a Sondrio

Vuoi organizzare un week end al castello? Opta per Sondrio

Veduta di Sondrio in Valtellina

Sondrio, la città che è capoluogo della Lombardia ha origini longobarde e durante degli scavi archeologici sono stati ritrovate numerose testimonianze dell'era preistorica ed anche dell'età romana, ritrovamenti che fanno luce al significato del nome antico della città, Sondrium, che significa terreno lavorato dal padrone.

Negli anni Sondrio subì le invasioni barbariche e durante le differenti guerre o lotte territoriali fu anche un valido rifugio per tutti i fuggiaschi che provenivano dalla Val Padana, ueste influenze portarono ad un'evoluzione nella coltivazione della terra e nelle differenti tecniche necessarie per la lavorazione di lana, legno, metalli ed altre pietre, questo portò anche alla creazione di un castello dove un feudatario, agendo per il vescovo di Como, dominava tutto il territorio.

Per tutti coloro che voglio trascorrere un week end speciale visitando un castello, Sondrio permette la visita del Castel Masegra che si trova arroncato sopra ad uno spuntone in modo che possa dominare su tutta la città. Questo Castello ora è la sede del centro di documentazione del periodo della dominazione delle Tre Leghe che corrisponde all'epo che intercorre dal 1512 al 1797.

Il Castel Masegra ormai è l'unico rimasto dei tre castelli presenti a Sondrio

Castel Masegra Sondrio
Foto di Wikipedia

Il Castel Masegra ormai è l'unico rimasto dei tre castelli presenti a Sondrio che però videro la loro fine acausa dello smantellamento delle differenti fortificazioni della Valtellina avvenuto da parte dei Grigioni nel lontano 1639. Il castello è molto affascinante grazie alle sue forti origini medioevali che si possono ammirare sui due antichi torrioni che si trovano a nord est e a nord ovest del castello stesso. Quando fu costruito, la sua funzione era prevalentemente militare ed è possibile capirlo anche per l'ingresso che era posto ad ovest tramite un piccolo e stretto sentiero che saliva verso il Mallero. Purtroppo non è più visibile per intero la sua primaria struttura in quanto nello tascorrere degli anni esso subì differenti mutazioni per poterlo adattare in base alle esigenze e funzioni dominanti del momento.

Nel periodo del Basso Medioevo questo Castello venne mutato nella residenza della famiglia Capitani, in epoca rinascimentale invece esso divenne una vera e propria residenza ed è possibile verificare questa mutazione grazie alla presenza di differenti elementi architettonici posti sulla parte esterna come ad esempio la loggetta oppure la torre adibita alla colombaia senza scordare la bellissima stanza che è stata affrescata. Negli anni seguenti il Castello venne dominato dalla famiglia Guicciardi che lo tramutò in una caserma e successivamente anche in un distretto militare.

Per poter conoscere tutta la storia del Castello Masegra è stato allestito anche un Museo Storico Castello Masegra che sfrutta differenti metodi per poter illustrare a tutti i numerosi secoli della dominazione dei Giorgioni. Il museo è atto anche a far conoscere la posizione del tutto strategica del Castello che riusciva a garantire una perfetta difensiva ed offensiva nello trascorrere delle epoche. Il museo comprende il progetto “ Castello Masegra e Palazzi Salis- un circuito culturale dell’area Retica Alpina “ che è stato promosso direttamente dal Comune di Sondrio che serve ad incentivare le relazioni culturali di tutto il territorio mettendone in luce la storia.

Giulia Teotto

I Parchi Naturali Italiani più antichi
Il Parco nazionale dello Stelvio (Bolzano, Brescia, Sondrio e Trento) è uno dei Parchi Nazionali "storici" d'Italia. Gli altri parchi istituiti in Italia negli anni '20 e '30 sono: il Parco nazionale del Gran Paradiso (Aosta e Torino), il Parco nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise (L'Aquila, Frosinone e Isernia) e il Parco nazionale del Circeo (Latina).

Articoli correlati

Azienda Agricola Sesterzio
Sondrio
Recensione delle migliori cantine di Sondrio dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia
guarda
Grazzano Visconti - Borgo medievale
Grazzano Visconti
Tra parate medievali e gnocco fritto stiamo parlando del Borgo Medievale di Grazzano Visconti che ci accoglierà in un salto nel passato.
Primavera al castello di Fenis / Château de Fénis
Castelli valdostani
Foto di claudius1954
E' possibile rivivere l'epoca dei signori durante un romantico week end in Valle d’Aosta.
Il Castello di Gradara di notte
Gradara
Foto di Niki Giada
Il castello di Gradara, con Paolo e Francesca. Rivivete l'incredibile storia d'amore che ha ispirato i versi della Divina Commedia.
Fortezza di Montecarlo
Montecarlo
Arroccata tra i dolci pendii delle colline toscane e baciata dal sole e dai profumi della terra sorge la piccola cittadina di Montecarlo.
Moncalieri
Moncalieri
Foto di Jakob Grunig
Un week end al castello di Moncalieri per emozioni d'altri tempi

Cosa mangiare a Sondrio Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Gorgonzola
Formaggio fresco erborinato prodotto con latte di vacca la cui particolarità risiede nelle muffe che ne determinano il sapore che può essere dolce o piccante.
guarda
Risotto alla milanese
Classico primo della cucina milanese, il famoso risotto è preparato con l’aggiunta di midollo di bue e zafferano che lo differenziano da tutti gli altri.
guarda
Ossobuco alla milanese
Ossibuchi della zampa di vitello infarinati e passati in padella con olio e burro e poi cotti con salsa di pomodoro.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Polenta taragna
Polenta fatta con farina di grano saraceno e di farina di mais che una volta cotta va aggiunto burro e formaggio.
guarda
Pizzoccheri della Va..
I pizzoccheri alla Valtellinese sono il piatto simbolo della cucina tradizionale Valtellinese e sono realizzati con farina di grano saraceno.
guarda
Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda
Costoletta alla miil..
Secondo tipico che è realizzato dalla costoletta che viene passata nell'uovo e poi nel pangrattato quindi fritta nel burro.
guarda