Weekend a Bracciano

Arroccato su una collina tufacea e caratterizzato da pittoreschi vicoli e da siti archeologici si trova Bracciano.

Anguillara Sabazia - Lago di Bracciano

A 40 km a nord di Roma si trova Bracciano, cittadina di origini medievali, che sorge sulle alture dei Monti Sabatini, più precisamente sulla cresta occidentale dell’antico lago Sabatino, da cui ha origine il lago di Bracciano.

Popolare meta turistica e balneare, dal 1999 è Parco Regionale.

Il suo centro storico è arroccato su una collina tufacea e caratterizzato da pittoreschi vicoli e da siti archeologici. Degni di nota sono la chiesa di San Liberato, che sorge sui resti di un’antica città romana, ed il Museo Civico, con reperti che vanno dall’epoca etrusca all’ Ottocento.

Arrivando da Roma, l’occhio viene catturato dall’imponente castello Orsini – Odescalchi, edificato tra il 1470 ed il 1490, emblema dell’importanza e della potenza della nobile famiglia romana. Nel 1481, vi trova rifugio papa Sisto IV, in fuga da Roma a causa dell’epidemia di peste.

Nel 1496 viene edificato il Belvedere della Sentinella, a difesa dall’assedio delle truppe di Papa Alessandro IV Borgia. Da qui, oggi, è possibile godere del meraviglioso panorama circostante: campagne e lago.

Giunti ad Anguillara Sabazia, godetevi una buona cena a base di pesce fresco presso il ristorante “La Caletta”.

La Caletta ristorante Bracciano Lazio

Per il rapido declinare delle rive verso il lago, l’ambiente ha poca vegetazione palustre e, quindi, è scarsa anche la presenza degli uccelli di palude. In compenso, abbondante è la varietà di pesci che popolano le acque del lago, così come di anatre tuffatrici, folaghe, anatre selvatiche, germani reali e gabbiani.

Percorrendo la passeggiata pedonale, ci si trova abbracciati da lunghe file di platani, cui si alternano diverse strutture ricettive. Addentrandosi all’interno dei boschi ripari, ricchi di pioppi, salici ed ontani neri, è facile imbattersi in coppie di cigni, che ben convivono con la presenza di turisti.

Il lungolago, inoltre, nel periodo estivo, è animato da mercatini ed eventi.

E non è difficile trovare alloggi o soluzioni alternative per vivere un weekend di relax, magari allungandosi verso la seconda cittadina che sorge sulle rive del lago, Anguillara Sabazia, per godersi una buona cena a base di pesce fresco presso il ristorante “La Caletta”, o una buona pizza della migliore tradizione napoletana a “La Boricella”.

I laghi più belli d'Italia
Il Lago di Bracciano è considerato, insieme al Lago di Caldaro, il Lago d'Orta, il Lago di Como, il Lago dell'Accesa a Massa Marittima, il Lago di Bolsena, il Lago d'Iseo, il Lago Maggiore, il Lago Trasimeno, il Lago di Monticolo ad Appiano sulla Strada del Vino ed il Lago di Fiè, uno dei laghi italiani più belli in assoluto.

Cristina Settembri

Articoli correlati

Panorama sul Lago Tresimeno
Lago Trasimeno
Foto di Chris Ford
Una leggenda narra che il principe Trasimeno arrivando in questi luoghi conobbe una incantevole ninfa.
La città di Garda
Garda
Un week end dedicato agli amanti del trekking e del Nordic Walking è quello che proponiamo al Lago di Garda.
Le porte di Sirmione
Sirmione
Cullati dal lago e da un ottima pizza, da casette colorate e circondati da olivi.
Tramonto sul Lago di Como
Como
Scoprite il fascino irresistibile di un week end sul lago di Como
Villa Balbianello sul Lago di Como, nei pressi di Bellagio
Lenno
Foto di ezioman
Romanticamente sul lago: weekend alla Villa Balbianello
Isola Bella
Isole Borromee
Circondati dal blu in battello tra le Isole Borromee

Cosa visitare nei dintorni di Bracciano Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Roma Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Saltimbocca alla rom..
Fettine di vitello sopra le quali va posizionata una fetta di prosciutto e una foglia di salvia, poi arrotolate e sigillate con un stuzzicadenti. Cotte con burro e irrorate di vino bianco.
guarda
Porchetta di Ariccia
La porchetta viene cotta alla brace dopo che sia stata aromatizzata con sale, pepe e tantissime erbe. Dopo una lunga cottura viene servita fredda.
guarda
Bignè fritti di San..
Queste paste sono i classici bignè che anziché essere cotti al forno vengono fritti in abbondante olio, riempiti di deliziosa crema pasticcera e imbiancati con zucchero a velo.
guarda
Spaghetti alla carbo..
Piatto tanto semplice quanto saporito a base di guanciale a cubetti fritto in olio, con spaghetti al dente nei quali si metterà rosso d’uovo mischiato con pecorino grattugiato e pepe
guarda
Bucatini all’Amatr..
Nata ad Amatrice era un piatto povero preparato dai pastori che utilizzavano solo quello che avevano: la pasta, il guanciale, il pecorino, il pepe nero, lo strutto e qualche pomodoro maturo.
guarda
Pizza di Civitavecchia
Tipico dolce dell’Alto Lazio, si prepara tutto l’anno anche se durante il periodo Pasquale è tradizione mangiarlo. Ingredienti: farina, ricotta, zucchero, pasta di pane, burro e uova.
guarda
Abbacchio alla scott..
Piatto della tradizione romana è fatto al forno con le patate. E' un agnellino da latte e può essere cucinato alla cacciatora con aglio, rosmarino, acciuga, peperoncino e vino bianco.
guarda
Gnocchi alla romana
Si preparano con il semolino anziché con le patate e vengono cotti nel latte dopo averli spolverati con formaggio e tuorli d’uovo prima di essere gratinati al forno con burro e parmigiano
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK