Weekend ad Orta San Giulio

Weekend romantico sul pittoresco Lago d'Orta e all'incantevole Isola di San Giulio

Isola di San Giulio

Un week end trascorso in riva del Lago d’Orta non può non includere la visita della piccola isola di San Giulio. I primi suoi abitanti, prima ancora dei Romani, furono i Liguri che qui si mescolarono con alcune tribù Celtiche. Numerose sono le leggende circa l’origine del nome di San Giulio ma la più accreditata è quella di far risalire il nome da due missionari cristiani, Giulio e Giuliano, che qui convertirono gli abitanti alla fede cristiana nel III secolo.

La piccola isola è in mezzo al lago, tra Orta e Pella, ed è facilmente raggiungibile in battello o in motoscafo in dieci minuti. Una visita in questo luogo pieno di serenità sicuramente include la Basilica di San Giulio che, seppur modificata nel corso dei secoli, sorge dove anticamente era ubicata la prima chiesa proprio fondata da San Giulio nel 390. Della chiesa ricostruita nel IX secolo e distrutta dagli assedi cento anni dopo rimane solo l’abside maggiore mentre sia la navata traversa che le tre navate furono riedificate solamente intorno all’anno mille per volere dei Canonici beneficiati da Ottone il Grande. La chiesa nel secolo X fu "Chiesa metropolitana di tutta la Riviera" e i suoi canonici erano i "Cappellani dei vari paesi rivieraschi".

Il campanile, avulso dalla costruzione della chiesa, presenta molte similitudini con le torri campanarie di San Benigno di Fruttuaria e del Duomo di Ivrea e questo permette di intuire che vi abbia posto mano l'abate Guglielmo di Volpiano. Il corpo del santo evangelizzatore riposa nell'urna risalente al 1698, posta all'interno di una cripta sottostante l'altare maggiore.

E’ tuttavia il portale del Palazzo del Vescovo, il vero ingresso dell’isola che offre subito un solenne senso di pace contornato com’è dall’abside della chiesa all’ombra del campanile in stile romanico.

Dal Mottarone si può godere di una panoramica a 360° che parte dalle Alpi Marittime al Monte Rosa

Monte Rosa
Foto di @lbyper

Gli altri edifici dell’isola sono residenze private che in alcuni casi conservano ancora il nome di qualche santo e che costituivano un tempo le abitazioni dei religiosi ed un vialetto selciato si insinua fra le ville verso il lago, compiendo un anello circolare, chiamata “la via del silenzio e della meditazione”. Passeggiando lungo questo percorso si può godere della vista del Palazzo dei Vescovi e dell’abbazia benedettina Mater Ecclesiae, ora convento di clausura femminile le cui abitatrici sono le uniche persone che vivono sull’isola.

Molto graziosa risulta essere  Villa Tallone, dove ogni anno si svolgono dei concerti di musica classica.

I turisti possono solo contare su di un attraente ristorantino con vista panoramica sul lago e di un piccolo negozio di souvenir prima di rientrare a riva per passeggiare sul lungolago che porta ad Orta e che risulta ricco di abitazioni Ottocentesche erette in stile neoclassico come si usava al tempo e immerse in giardini fioriti. Il borgo presenta palazzi del Seicento e del Settecento con loggiati che danno su giardini che discendono verso le rive del lago.

Interessante Piazza Motta che risulta essere un piccolo salotto chiuso su tre lati da portici all’interno dei quali si aprono boutique e negozi di ogni tipo. Da ammirare è il Palazzo della Comunità della Riviera del Cinquecento simbolo del lungo autogoverno che caratterizzò questa comunità, da dove si può salire su di una strada interna, per godere degli incantevoli  scorci panoramici sul  Lago. Alla fine della salita si erge uno degli edifici più antichi di Orta, la Casa dei Nani del Quattrocento  e anche Palazzo Gemelli.

Imperdibile l’escursione al celebre Mottarone che domina sia il Lago d’Orta che il Lago Maggiore da dove si può godere di una panoramica a 360° che parte dalle Alpi Marittime al Monte Rosa.

I Laghi più belli d'Italia
Il Lago d'Orta è considerato, insieme al Lago di Caldaro, il Lago di Bracciano, il Lago di Como, il Lago dell'Accesa a Massa Marittima, il Lago di Bolsena, il Lago d'Iseo, il Lago Maggiore, il Lago Trasimeno, il Lago di Monticolo ad Appiano sulla Strada del Vino ed il Lago di Fiè, uno dei laghi italiani più belli in assoluto.

I Borghi più belli del Piemonte
Orta San Giulio è stato eletto uno dei borghi più belli d'Italia del Piemonte. Di questa particolare classifica fanno parte anche Chianale, Garessio, Mombaldone, Neive, Ostana, Ricetto di Candelo, Usseaux, Vogogna e Volpedo.

Aldo Galvagno

Articoli correlati

Lido di Buccione, Gozzano
Gozzano
Weekend a Gozzano, paesino vicino al Lago d’Orta e punto di partenza per numerosi e piacevoli itinerari
Gardone Riviera, Lago di Garda
Gardone Riviera
Foto di veronica_k
Weekend romantico nell'elegante e deliziosa Gardone Riviera
Isola Bella, Stresa, Lago Maggiore
Stresa
Week end romantico nella splendida cittadina che si affaccia sul Golfo Borromeo del lago Maggiore.
Giardini Botanici di Villa Taranto, Verbania
Verbania
Foto di Irene Grassi
Romantico week end a Verbania, il Giardino sul lago.
Arona
Arona
Arona, la pittoresca località sul Lago Maggiore, è la meta ideale per un week end all'insegna del relax.
Luino
Luino
Foto di hugovk
Week end in una delle più belle cittadine della sponda lombarda del lago Maggiore.
Cernobbio
Cernobbio
Adagiata sulle rive del Lago di Como, Cernobbio è famosa per le sue dimore storiche.
Tremezzo vista dal Lago di Como
Tremezzo
Ai piedi delle montagne e nei pressi del lago di Como si trova Tremezzo, la meta idea per un romantico week end.

Cosa mangiare a Novara Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Grissini
I grissini sono i celeberrimi filoncini di pasta di pane croccanti e allungati di origine torinese.
guarda
Fricandò
Noce di vitello speziata con i chiodi di garofano, salata e pepata a piacere e poi lasciata macerare in vino bianco e brodo.
guarda
Tartufo bianco di Alba
Il Tartufo bianco di Alba è il tubero più prezioso in assoluto sia dal punto di vista gastronomico che da quello prettamente economico, dati gli elevatissimi costi che può raggiungere.
guarda
Barolo
Vino rosso granato con riflessi aranciati intenso e persistente con un patrimonio olfattivo eccezionalmente complesso. Uno dei più famosi vini italiani.
guarda
Nocciole di Alba
Nocciola IGP nocciolo coltivata in Piemonte la cui produzione è concentrata nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria è particolarmente indicata per preparazioni dolciarie.
guarda
Vermut
Il vermut o in francese, vermouth, è un vino liquoroso aromatizzato ideato nel 1786 a Torino e cnosciuto in tutto il mondo.
guarda
Bagna cauda
La bagna cauda è una preparazione a base di aglio, olio ed acciughe dissalate, il tutto ridotto a salsa mediante una paziente cottura che si mangia intingendovi vari tipi di verdure di ..
guarda
Balote di Seirass
Polpettine dolci fatte con il Seirass una ricotta stagionata saporita che viene conservata nel fieno che le dona un sapore del tutto particolare
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK