Weekend ad Ascoli Piceno

Un week end di relax ad Ascoli Piceno ammirando la Quintana.

Ascoli Piceno, Piazza del Popolo

Ascoli Piceno è una città capoluogo dell'omonima provincia situata nelle Marche, il clima è caratterizzato da inverni abbastanza rigidi e spesso piovosi e da dei giorni estivi spesso ricchi di belle giornate soleggiate.

Ascoli Piceno è il luogo perfetto dove potersi dedicare un week end all'insegna del relax scoprendo le abitudini del posto, le usanze, le tradizioni e le manifestazioni per divertirsi e trascorrere delle giornate differenti. Il periodo migliore è quello della prima domenica di agosto in quanto si tiene l'ormai nota Quintana che è una bellissima rievocazione storica a carattere medioevale dove si può ammirare il torneo cavalleresco.

La Quintana si svolge in onore della festa del patrono Sant'Emidio che era anche il primo vescovo della città delle Marche. Fin dal 1997 viene anche svolta una versione della Quintana in notturna nel mese di luglio, che viene fatta per dare onore alla Madonna della Pace.

Anno dopo anno i cittadini hanno organizzato la manifestazione con dedizione ed impegno tanto che si sono aggiunti dei nuovi costumi ed anche delle nuove figure dando sempre più importanza e lustro alla manifestazione con gli sbandieratori e i tamburini.

Il periodo migliore per visitare Ascoli Piceno è il primo weekend di agosto, quando si svolge la Quintana, la bellissima rievocazione storica a carattere medioevale.

Ascoli Piceno, Quintana

L'evento della Quintana ad Ascoli Piceno inizia con la lettura del bando per seguire poi con l'offerta dei ceri e con il palio degli arcieri e degli sbandieratori per concludere poi con la sfilata del corte. Da sempre oltre alla Quintana, all'inizio del pomeriggio si svolge la caratteristica “ giostra dell'anello “ che è una competizione sportiva, che si svolge tra due cavalieri che sono a cavallo e che si scontrano con una lancia che avrebbero dovuto inserire all'interno di un anello che si trova appeso con una catenina d'argento che è fissata ad un palo fissato al centro della piazza. Il suddetto anello ha un peso di 4 once ed ha un diametro di circa 10 cm che è il premio anche del vincitore.

Per l'occasione, ad Ascoli Piceno sarà possibile ammirare numerose damigelle, dei balestrieri, dei consoli, dei musici ed anche degli armigeri che popolano la città. La sfilata parte dalla Piazza Ventidio Basso per poi arrivare fino alla Piazza del Popolo ed al Campo dei Giochi, le strade sono abbellite di consueto per accogliere la festa. La tanto attesa cerimonia dell'offerta dei ceri si svolge sul sagrato della cattedrale di Sant'Emidio, questa cerimonia avviene nel tardo pomeriggio ed è seguita da moltissime persone.

Tutto il corteo aspetta l'uscita del vescovo e i musici porgono poi il loro saluto che accompagna i valletti mentre porgono i mazzi di ceri che vengono dati al vescovo per poi esser arsi sulla tomba del santo patrono mentre il cero grosso è quello più grande di tutti e viene regalato direttamente dal Comune a nome di tutti i cittadini. Non mancano di certo anche i numerosi stand allestiti per l'occasione che danno modo alle persone di poter anche assaggiare i piatti tipici di Ascoli Piceno mentre osservano la manifestazione, avendo quasi la sensazione di poter ritornare indietro nel tempo ed ammirare le vecchie usanze ed i costumi di una volta.

Giulia Teotto

I vicoli più stretti d'Italia
Il vicolo di Ripatransone ad Ascoli Piceno è uno dei vicoli ad aver ricevuto l'attestato come tra i più stretti d'Italia. Per far parte di questo primato, infatti, il vicolo deve avere le seguenti caratteristiche: essere pavimentato, percorribile e dotato di almeno una porta o di una finestra. Si contendono questo primato anche la via Baciadonne di Città della Pieve e la Ruetta di Civitella del Tronto a Teramo.

Le piazze più belle d'Italia
Piazza del Popolo di Ascoli Piceno è stata votata dai nostri lettori come una tra le più belle piazze d'Italia. Fanno parte di questa speciale classifica anche le piazze di Lecce, Vigevano, Pisa, Siena, Roma, Napoli, Venezia e Palermo.

Articoli correlati

Il Desco Ristorante
Ascoli Piceno
Il ristorante giusto per una serata all'insegna del romanticismo nella città delle Cento Torri
guarda
Domodimonti
Ascoli Piceno
Foto di Domodimonti
Recensione delle migliori cantine di Ascoli Piceno dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia
guarda
Reggia di Caserta
Caserta
Foto di Wikipedia
Weekend tra arte, cibo e shopping a Caserta, la Versailles italiana.
Cattedrale di Palermo
Palermo
Un weekend last minute nel capoluogo siciliano, capolavoro arabo-normanno e culla della cultura del mediterraneo.
Arenzano
Arenzano
Un fine settimana tra verde e blu ad Arenzano, l'adorabile paese sulla costa ligure di ponente.
Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata
Lodi
Foto di Giovanni
Fine settimana alla scoperta di Lodi, il gioiello rinascimentale della Lombardia.

Cosa mangiare a Ascoli Piceno Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Stoccafisso in potac..
Stoccafisso preparato con una sorta di brasatura cottura della vivanda in un intingolo a base di vino, olio, aglio, odori e pomodoro.
guarda
Tartufo di Acqualagna
Prezioso per profumare uova al burro, tagliatelle, risotti e insalate. Richiede vini preferibilmente aromatici.
guarda
Casciotta di Urbino
Formaggio prodotto con latte di pecora intero, al quale si unisce latte vaccino le cui forme sono salate a secco oppure con un metodo che alterna immersione in salamoia e salatura.
guarda
Rana pescatrice e po..
La rana pescatrice o coda di rospo ha un aspetto poco attraente ma le sue carni sono saporite e magre.
guarda
Beccute
Tipiche pagnottine di pane dolce a base di farina e decorate con pinoli ed uva sultanina.
guarda
Olive ascolane
Tradizionale piatto marchigiano fatto da olive ripiene di tre tipi di carne differenti unite a Parmigiano Reggiano verdure e aromi e successivamente fritte nell’olio.
guarda
Vincisgrassi
Variante regionale delle lasagne al forno condite con ragù e besciamella dove sono presenti anche rigaglie di pollo,midollo e cervella bovine.
guarda
Brodetto di pesce
Tipica zuppa di pesce che annovera almeno nove/dieci specie che vengono cotte in brodo di pesce e aromi.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK