Weekend a Catania

Fine settimana ai piedi dell’Etna alla scoperta del gioiello Barocco di Catania

Catania, la Fontana dell'Elefante e il Duomo

Arrivare a Catania e non sorprendersi è impossibile ed anche voi rimarrete stupiti dalla quantità di paesaggi eterogenei che incontrerete durante la vostra visita e che fanno parte tutti della stessa meravigliosa città

Il fascino di questa città siciliana è dato anche dal fatto che ovunque vi voltiate l’Etna sarà sempre li a guardarvi, come un gigante che sonnecchia con un occhio mezzo aperto, se siete stati a Parigi sapete di cosa parlo, perché la Tour Eiffel vi guarda ovunque voi andiate come a volervi tener d’occhio.

Originariamente il centro di Catania era situato sul colle dove ora si trova Piazza Dante dove troverete il Monastero di San Nicolò l’Arena che oggi è una delle sedi universitarie della città, il secondo colle importante di Catania è la Collina Santa Sofia che ospita la Cittadella Universitaria.

Se decidete di andare a Catania durante la stagione calda, cominciate la vostra visita di buon mattino in modo da potervi spostare nelle ore più fresche della giornata, ricordatevi di essere in una città Barocca che fa della pietra bianca uno dei suoi punti distintivi.

Assolutamente da vedere a Catania sono i parchi, enormi spazi verdi che ossigenano la città e vi daranno refrigerio quando appunto verrete sorpresi dal caldo, ecco allora Giardino Bellini dedicato a Vincenzo Bellini, Giardino Pacini detto “Villa ‘ê varagghi” ovvero degli sbadigli perché si dice che venga frequentato dai pensionati che sonnecchiano tra una partita a carte e l’altra, parco I Vicerè, il Parco Gioeni che vi accoglierà alla fine della via Etnea,  e il Boschetto della Plaia.

Una visita merita sicuramente l’Orto Botanico di Catania, soprattutto se siete appassionati di biologia o semplicemente se vi piace immergervi nel verde scoprendo sempre qualcosa in più.

Ovunque per le vie di Catania trovate dei chioschetti che saranno per voi una scoperta come lo sono stati per me, avvicinatevi e senza timore chiedete un bicchiere di Selz, Limone e Sale, una bevanda tipica, deliziosa e rinfrescante che vi viene offerta in tutti ma proprio tutti i chioschi che incontrate.

Potete fidarvi, assaggerete il Selz, Limone e Sale una volta e non potrete più farne a meno per tutta la vostra visita, i limoni sono spremuti sul momento e sono i veri limoni di Sicilia succosi e mai troppo aspri.

E se tutta questa cultura vi ha messo appetito vi suggeriamo di fare una sosta alla Pasticceria Savia, la più antica e famosa di Catania.

Cannolo siciliano della Pasticceria Savia
Foto di TripAdvisor

A Catania potete vedere i resti di quella che è stata la dominazione romanica, grazie a ritrovamenti storici come l’Anfiteatro ancora perfettamente conservati .

Non dimentichiamo però che Catania è stata anche un importante centro medievale, dedicate del tempo alla visita della Cappella Bonajuto e al Castello di Aci situato nell’omonimo comune.

C’è una leggenda che vuole che Catania sia stata distrutta sette volte durante la sua vita, in realtà gli eventi veramente disastrosi che l’hanno messa in ginocchio distruggendola si contano sulla punta delle dita, ma resta il fatto che i catanesi, caparbi e amanti della propria città, l’hanno ricostruita sulle sue macerie.

Tutti i monumenti antichi che incontrerete sul vostro cammino sono il frutto del lavoro di artisti anche internazionali, come Giovanni Battista Vaccarini, che hanno regalato a Catania la sua inconfondibile allure barocca

Ecco allora un fiorire di chiese e monumenti religiosi assolutamente da vedere, come la Cattedrale di Sant’Agata, la Chiesa di San Biagio, il monastero e la Chiesa di San Nicolò l’Arena e tanti, tantissimi altri che meritano tutti la vostra attenzione.

Catania è una città vasta da visitare e i vostri stomaci richiameranno la vostra attenzione così come la vostra fame di cultura, andate da Savia in Via Etnea, e deliziatevi.

Savia è la pasticceria-rosticceria più antica e famosa di Catania, pizzette ed arancini sono da leccarsi i baffi, ma non dimenticate di assaporare un buon cannolo e lasciate che il vostro palato venga deliziato da quello che è un capolavoro di arte culinaria, la cucina siciliana, anche in questi piccoli manufatti gastronomici.

Sara Manelli

Gli Anfiteatri Romani più belli d'Italia
L'Anfiteatro Romano di Catania è uno dei simboli della magnificenza e del fascino dell'Impero Romano in Italia. Altri anfiteatri romani tra i più belli presenti nella nostra penisola sono: il Colosseo a Roma, l'Arena di Verona, l'Anfiteatro Romano di Siracusa, l'Anfiteatro di Pompei, l'Anfiteatro Campano a Santa Maria Capua Vetere, l'Anfiteatro Romano di Lecce, l'Anfiteatro di Pozzuoli e l'Anfiteatro Romano di Lucera.

I parchi preistorici più belli d'Italia
Il Parco della Preistoria presso Etnaland a Catania è uno dei parchi tematici sulla preistoria più belli d'Italia. Per tutti i bambini amanti dei dinosauri ecco l'elenco degli altri parchi italiani: il Parco delle Grotte di Famosa e la Grotta dei Dinosauri a Taranto, il Parco della Preistoria di Cremona, Archeopark a Brescia, il Parco della Preistoria Lost World a Torino, il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro a Trento, il Parco Preistorico di Peccioli a Pisa, la Città dei Dinosauri a Benevento, il Mondo della Preistoria a Vibo Valentia, il Parco dei Dinosauri a Bari e l'Archeodromo delle Madonie a Palermo.

Articoli correlati

Ristorante Ciciulena
Catania
Foto di TripAdvisor
All'ombra del poderoso Etna, una passeggiata romantica, una serata da sogno e un ristorante d'atmosfera.
guarda
Pizza funghi e erba cipollina
Catania
Foto di tripadvisor
Un vero e proprio viaggio del gusto nelle migliori pizzerie di Catania, in un’atmosfera unica, piena di colori, profumi, suoni e sapori
guarda
Palazzo Cerami
Catania
Recensione dei bed and breakfast di Catania più romantici e ricchi di fascino, ideali per una fuga d'amore del week end.
guarda
Cottanera
Catania
Foto di Cottanera
Recensione delle migliori cantine di Catania dove poter degustare i vini prodotti e conoscerne la storia.
guarda
B&B Gemdeluxe
Catania
L’ospitalità siciliana è proverbiale e, per goderla pienamente, è preferibile soggiornare in una comoda sistemazione economica nel ce..
guarda
Semproniano
Semproniano
Foto di Paolo Fefe'
Weekend romantico alla Locanda La Pieve a Semproniano

Cosa mangiare a Catania Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Panelle
Le panelle sono uno dei cibi cult dello street food a Palermo. Fritte in mezzo al pane per saziare l’appetito.
guarda
Pasta con le sarde
Sarde, pasta e finocchietto. Primo da mangiare da marzo a settembre quando è possibile la pesca di questo pesce.
guarda
Pasta alla Norma
Gustosa ricetta per condire maccheroni con melanzane fritte, alloro e pomodoro su cui si grattugia pecorino stagionato.
guarda
Cannolo Siciliano
I cannoli sono una delle specialità più conosciute della pasticceria dell’isola ed è preparato con una cialda di pasta precedentemente fritta e un ripieno a base di ricotta di pecora..
guarda
Granita e brioche
E’ la colazione tipica dei siciliani, specie nelle zone costiere in estate. Oltre alla frutta c'è la granita di pistacchio, di cacao, di caffè e di mandorla.
guarda
Frutta candita
La storia narra che questo tipico dolce nasce nel convento della Martorana per sostituire i frutti colti dagli alberi con un impasto di farina di mandorle e zucchero .
guarda
Arancini
Salame tritato e riso, il tutto ricoperto da impanatura per le arancine, da assaggiare in tutte le rosticcerie e nei mercati della Sicilia.
guarda
Caponata
Melanzane ed altre verdure cucinate in padella e ripassate con pinoli, sedano, cipolle, olive e capperi con l’aggiunta di una salsa agrodolce.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK