Weekend a Cremona

Fine settimana nella meravigliosa Cremona, la "città delle tre T".

Duomo di Cremona

Cremona è la città conosciuta comunemente per le sue tre T ovvero, turòon, Turàs, tetàs ( torrone, Torrazzo, tettone), anche se c’è una seconda versione ovvero turòon, Turàs, Tugnàs (torrone, Torrazzo, Tognazzi,) in quanto luogo che ha dato i natali al famoso attore Ugo Tognazzi.

La storia di Cremona comincia all’epoca di Annibale quando la città serviva da baluardo per combattere i popoli Gallici che vivevano al di là del Po.

Cremona conobbe una grande prosperità dopo l’invasione dei Galli, soprattutto grazie alla sua posizione strategica vicina al Po e alla via Postumia che attraversava tutta l’Italia del nord tra Aquileia e Genova, fu una città molto prospera grazie all’agricoltura e all’artigianato, inoltre richiamava numerosi studenti diventando un importante centro culturale.

Anche nel Medioevo Cremona fu una città prospera, dopo che la contessa di Canossa regalò ai rappresentanti di Chiesa e Comune la zona tra i fiumi Adda e Serio infatti divenne florida grazie allo sviluppo dell’attività commerciale fluviale.

Cremona è la città del violino e della musica, è infatti la capitale mondiale della liuteria ovvero l’arte di costruire strumenti a corda, aggiratevi per la città ed entrate nelle botteghe liutaie, ce ne sono più di 200 e proprio in una di queste venne costruito il famoso violino di Antonio Stradivari.

Sempre in città troverete la scuola internazionale di liuteria che forma ogni anno studenti che vengono qua da ogni parte del mondo per imparare la delicata arte di costruire strumenti.

Io vi consiglio di prenotare la visita in una delle botteghe artigiane, non vi limiterete a osservare gli strumenti ma vedrete un mastro liutaio all’opera che vi spiegherà come nasce un violino dalle sue mani e perché produce il dolce suono che tanto vi emoziona.

Anche il museo del violino merita una visita, aperto nel settembre 2013 è interessantissimo e vi permetterà di ascoltare ilsuono perfetto di questo strumento all’interno dei padiglioni dall’acustica perfetta.

Cremona, non solo musica e violini ma spettacolo di architettura medievale completamente intatto e città del gusto.

Cremona - Torrazzo
Foto di stefan0

Non solo musica e violini troverete a Cremona, essa infatti è assolutamente una città da visitare anche per l’arte, andate nella Piazza del Comune e ammirate il Torrazzo, il Duomo, il Battistero e la Loggia dei Militi, tutto l’insieme è uno spettacolo di architettura medievale completamente intatto, vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo.

Importantissimo è il Teatro Ponchielli, il teatro storico di Cremona, è un gioiello di architettura, conservato perfettamente e offre ogni anno un cartellone ricchissimo di eventi.

Per gli stomaci golosi Cremona è anche la città del gusto, qua si produce infatti il Salame Cremona IGP, il Provolone Valpadana, il Grana Padano ed il Cotechino vaniglia.

Non dimentichiamo poi che la mostarda di Cremona e il torrone sono famosi in tutto il mondo, ma se siete alla ricerca di qualcosa di più ricercato allora buttatevi a capofitto nei prodotti a denominazione comunale(de-co), per intenditori e golosi che amano scoprire la cultura di una città anche attraverso il cibo.

All’interno delle mura troverete tantissime botteghe e osterie che vi accoglieranno per farvi assaggiare i prodotti tipici e ricercati del Cremonese, come il gran bollito, i marubini in brodo e tante altre che vi stanno aspettando.

Cremona non è solo un piacere per gli occhi e per le vostre orecchie, ma anche per il vostro palato che assaggerà leccornie ricercate e tipiche.

Sara Manelli

Le piazze medioevali più belle d'Italia
Piazza del Comune a Cremona è una tra le più belle piazze medioevali d'Italia. Fanno parte di questa classifica anche Piazza della Signoria a Gubbio, Piazza IV Novembre a Perugia, Piazza del Duomo a Pistoia, Piazza della Cisterna e Piazza del Duomo a San Gimignano, Piazza del Campo a Siena, Piazza Duomo a Trento, Piazza delle Erbe e Piazza dei Signori a Verona, Piazzetta san Pellegrino a Viterbo, Piazza dei Priori a Volterra, Piazza Vecchia e Piazza del Duomo a Bergamo, Piazza Inferiore e Piazza Superiore di San Francesco ad Assisi, Piazza Grande ad Arezzo, Piazza Silvestri a Bevagna, Piazza Matteotti a Castell'Arquato, Piazza del Comune a Fabriano, Piazza della Signoria a Firenze, Piazza San Martino a Lucca, Piazza Sordello a Mantova, Piazza Garibaldi a Massa Marittima, Piazza della Frutta e Piazza delle Erbe a Padova, Piazza del Duomo a Parma, Piazza del Duomo a Pisa, Piazza del Duomo a Spoleto, Piazza del Popolo a Todi e la Piazza di Torcello.

I parchi preistorici più belli d'Italia
Il Parco della Preistoria di Cremona è uno dei parchi tematici sulla preistoria più belli d'Italia. Per tutti i bambini amanti dei dinosauri ecco l'elenco degli altri parchi italiani: Archeopark a Brescia, il Parco della Preistoria Lost World a Torino, il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro a Trento, il Parco Preistorico di Peccioli a Pisa, la Città dei Dinosauri a Benevento, il Mondo della Preistoria a Vibo Valentia, il Parco dei Dinosauri a Bari, il Parco delle Grotte di Famosa e la Grotta dei Dinosauri a Taranto, il Parco della Preistoria presso Etnaland a Catania e l'Archeodromo delle Madonie a Palermo.

Articoli correlati

Hosteria 700
Cremona
Cremona, la romantica città dei violini è la cornice perfetta per una cena in uno dei ristoranti romantici più belli della città
guarda
Piazza Armerina
Piazza Armerina
Piazza Armerina: un piccolo gioiello dell’Unesco nel centro della Sicilia.
Trulli di Alberobello
Alberobello
Foto di Marcok
Un tuffo nella storia, passeggiando tra caratteristici ed originali edifici: i trulli
covoni in mugello
Barberino di Mugello
Baberino del Mugello tra castelli e Shopping
Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata
Lodi
Foto di Giovanni
Fine settimana alla scoperta di Lodi, il gioiello rinascimentale della Lombardia.
Duomo di Sant'Evasio
Casale Monferrato
Casale Monferrato un paese tra colline dolci come i suoi Krumiri, ricca di splendidi edifici neoclassici

Cosa mangiare a Cremona Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Spongarda
Specialità cremasca variante del "pane dolce". Nell'impasto troviamo miele, nocciole, cedro candito, uva sultanina e spezie.
guarda
Risotto alla milanese
Classico primo della cucina milanese, il famoso risotto è preparato con l’aggiunta di midollo di bue e zafferano che lo differenziano da tutti gli altri.
guarda
Cassoeula
È un piatto invernale tipico composto da uno stufato di verze e carni di maiale (salsiccia, puntine, piedini e cotica).
guarda
Ossobuco alla milanese
Ossibuchi della zampa di vitello infarinati e passati in padella con olio e burro e poi cotti con salsa di pomodoro.
guarda
Pizzoccheri della Va..
I pizzoccheri alla Valtellinese sono il piatto simbolo della cucina tradizionale Valtellinese e sono realizzati con farina di grano saraceno.
guarda
Valigini
Fagottini di foglie di verza appena sbollettate con un ripieno di trito di pollo e patate e cotti su un fondo di olio, burro e cipolla con salsa di pomodoro.
guarda
Panettone
Dolce tipico natalizio con un impasto soffice e ricco dalla forma a cupola che lo rende inconfondibile.
guarda
Costoletta alla miil..
Secondo tipico che è realizzato dalla costoletta che viene passata nell'uovo e poi nel pangrattato quindi fritta nel burro.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK