Weekend ad Andria

A meno di una ventina di chilometri da Andria sorge il caratteristico Castel del Monte, fatto costruire da Federico II

Andria - Castel del Monte

A meno di una ventina di chilometri da Andria sorge il caratteristico Castel del Monte, fatto costruire da Federico II direttamente su di un banco roccioso della catena delle Murge. La tipicità di questo maniero è dettata dalla sua particolare architettura che presenta una singolare forma ottagonale. Su ognuno degli otto spigoli, si innesta una torre della stessa forma nelle cortine murarie in pietra calcarea, segnate da una cornice marcapiano dove si aprono otto monofore al piano inferiore, sette bifore  ed una trifora in quello superiore. Dal 1996 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO per la sua bellezza.

Apparentemente isolato il castello sorgeva non lontano dalla strada che collegava Andria ed il Garagnone  e la sua collocazione in cima ad una collina alta 540 metri e ben visibile a distanza, faceva di Castel del Monte un elemento essenziale nel sistema di comunicazione voluta da Federico II, sebbene molti storici abbiano escluso una funzione militare per l'assenza di fossato, caditoie e ponte levatoio.  L'edificio risulta  carico di simbolismi che hanno appassionato numerosi studiosi.

La costruzione vista da lontano, appare come se fosse una corona, esattamente come quella usata da Federico II

Castel del Monte

La pianta ottagonale è sintomatica di un simbolismo che nasce dal compromesso tra un quadrato, simbolo della terra, ed il cerchio che rappresenta l’infinito del cielo. Tutto l’edificio è pregno di simboli anche astrologici e lo si può notare dalla posizione della struttura che, durante i giorni di solstizio ed equinozio, presenta il fatto che le ombre originate dalle pareti abbiano una particolare direzione. 

E’ particolare anche il fatto che la costruzione, vista da lontano, appaia come se fosse una corona, esattamente come quella usata da Federico II per la sua incoronazione che era anch’essa ottagonale.

Il castello è visitabile tutti i giorni tranne i giorni di Natale e Capodanno ed è una interessante escursione per tutti coloro che soggiornano nei dintorni magari per la classica vacanza balneare.

Aldo Galvagno

I castelli più belli d'Italia
I nostri lettori hanno eletto Castel del Monte di Andria come uno dei castelli più belli d'Italia. Fanno parte di questa speciale classifica anche Castel Dell'Ovo di Napoli, il Castello Estense di Ferrara, Castel Coira di Sluderno a Bolzano, il Castello Miramare di Trieste, il Castello di Venere di Erice, il Castello Sforzesco di Milano, il Castello di Fènis ad Aosta, il Castello di Monteriggioni a Siena, Castel Sant'Angelo di Roma, il Castello Aragonese di Taranto, il Castello di Gradara a Pesaro-Urbino, il Castello Scaligero di Sirmione a Brescia, la Rocca Borromeo di Angera a Varese, il Castello Normanno-Svevo di Bari, il Castello di San Giorgio a Mantova, la Rocca Maggiore ad Assisi e il Castello del Buonconsiglio di Trento.

Articoli correlati

Good For Food
Andria
Recensione dei ristoranti più romantici di Andria, ideali per una cena a lume di candela.
guarda
Castello di Fenis
Aosta
Weekend alla scoperta del più famoso maniero medioevale della Valle d'Aosta
Rocca di Angera e lago Maggiore al tramonto
Angera
Weekend alla scoperta della Rocca Borromeo, il simbolo di Angera, cittadina sulle sponde meridionali del Lago Maggiore.
Castello Normanno-Svevo
Castello Normanno-Svevo
Il Castello Normanno-Svevo che si trova quasi ai margini della Bari vecchia e dai reperti archeologici ritrovati, fa risalire la sua origi..
Un weekend nella splendida Torriana dove potrete visitare il suo castello ricco di miti e strane leggende
Castello di Bardi
Bardi
Appassionati e studiosi di fenomeni paranormali non possono non venire a visitare lo splendido e poderoso castello di Bardi

Cosa visitare nei dintorni di Andria Per chi ama viaggiare

Clicca qui per attivare la mappa

Cosa mangiare a Andria Per chi è alla ricerca di nuovi sapori

Puccia
Vero e proprio panino fatto al forno a legna, ma più saporito e morbido, arricchito da molte olive nere all’interno.
guarda
Cozze tarantine
Allevate nel mar Piccolo di Taranto non molto grandi ma "piene". Deliziose se gustate "raganate", lessate, pepate, nella zuppa, con gli spaghetti o con il riso.
guarda
Schiuma di mare
Semplice antipasto composto da alici piccole e tenere, sono da gustare crude, con un po’ di limone.
guarda
Ricci di Savelletri
Ricci di mare da mangiare crudi con succo di limone oppure con pasta saltata aglio olio e peperoncino.
guarda
Pane di Altamura
Preparato con impiego di semole rimacinate di varietà di grano duro coltivato nei territori dei comuni della Murgia, è un pane casareccio DOP cotto esclusivamente nei forni a legna.
guarda
Frisedda
Ciambella di farina bianca o integrale, cotta al forno e poi tagliata in due e di nuovo cotta nel forno, quindi inzuppata nell'acqua e condita con sale, olio, pepe, pomodoro e cipolla.
guarda
Scapece
Antico piatto di tradizione marinara a base di pupiddi, piccolissimi pesciolini marinati in aceto, mollica di pane e zafferano.
guarda
Casseruola di polipe..
Trattasi di un ragù a base di olio, cipolla, vino bianco, salsa, prezzemolo e pepe.
guarda

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK